Questo sito contribuisce alla audience di

Il cammino dell'adozione di Anna Oliverio Ferraris

Recentement ho ripreso in mano un libro che ho già avuto modo di segnalare nella bibliografia della guida, Il cammino dell'adozione di Anna Oliverio Ferraris. Camillo compirà tra pochi giorni otto anni e sta vivendo una rapida maturazione psicologica. Come viene spiegato nel testo della Ferraris, siamo giunti ad una fase in cui il pensiero di mio figlio rispetto all'adozione compie un giro di boa.

“Se prima il bambino coglieva soltanto un aspetto della propria condizione, quello di essere stato voluto, scelto , cercato dai genitori adottivi, ora
coglie anche l’aspetto complementare, l’altra faccia della medaglia; capisce cioè che per essere stato scelto, deve essere stato lasciato.
Per la prima volta si concretizza la percezione di una perdita” (pag.236-237, ed.Rizzoli).

Quando come nel nostro caso il bambino non ha conosciuto i genitori biologici, intorno ai 7/8 anni inizia ad avvertire la mancanza di un nucleo familiare idealizzato, altro.

Camillo mi ha chiesto per esempio se sappiamo dove sono e come vivono i suoi parenti colombiani…” ci deve essere qualcuno, da qualche parte…”

Ci sono giustamente parole per ogni età, fino ad oggi abbiamo parlato della fantastica avventura dell’adozione, dell’incontro, dei festeggiamenti e delle manifestazioni di gioia che la famiglia allargata italiana ha posto in essere al momento dell’arrivo in Italia.

Oggi che Camillo è cresciuto dobbiamo iniziare a parlare di abbandono, di perdita.

L’altra faccia della medaglia: tramontato il tempo delle favole è giunto quello del confronto con la realtà concreta, oggettiva.

Il mestiere di genitore adottivo è tutt’altro che semplice ed un buon libro come Il cammino dell’adozione aiuta in questo percorso, perchè ci rassicura grazie al vissuto di altre esperienze simili alle nostre.

Vedi anche sull’argomento…

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • sante

    03 Dec 2010 - 21:50 - #1
    0 punti
    Up Down

    cosa succede dopo avere adottato un figlio appartiene alla eredita dei genitori naturale