Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

  • l'epatite A

    Il virus dell'epatite A, o HAV è presente in tutto il mondo, specie nelle aree più disagiate. E' un piccolo agente costituito da una molecola di RNA ricoperta da un involucro proteico. Il virus dell'epatite A è ubiquitario e prevalentemente diffuso là dove le condizioni igienico-sanitarie lasciano a desiderare. Appartiene ai Picornavirus oppure in un gruppo assimilabile agli Heparnavirus. E' stabile in ambiente acido, alla temperatura di 60° per 1 ora!!!..per cui se ne fa un baffo della spremutina di limone che il messinese mette sulle cozze crude a mò di disinfettante

  • Epatite e AIDS

    In Italia l'informazione sull'epatite è stata insufficiente. Si vuole porre l'attenzione su un problema che può essere di tutti sia per la sua elevata contagiosità sia per le sue conseguenze, a volte mortali. L'epatite virale è uno dei più importanti problemi sanitari in tutto il mondo. Si stima che ci sono approssimativamente circa 300 milioni cronici di portatori di epatite B nel mondo, di cui la metà nel continente asiatico. In Italia il 3-4% della popolazione è portatore cronico di epatite; un portatore cronico di epatite può sviluppare malattie gravi (epatite acuta, cirrosi epatica e tumore del fegato) alcune delle quali mortali. La media è tra i 15 ae i 25 anni, con una netta prevalenza per il sesso maschile. Ricordiamo che il virus dell’epatite B è estremamente contagioso (molto più di quello dell'AIDS).

  • Latte di cammello benefico per il fegato?

    Sani come pesci con il latte di cammello

  • STEATOSI epatica

    La formazione di steatosi è legata al ruolo che il fegato ha nel metabolismo dei grassi ed in particolare dei trigliceridi. La steatosi si verifica quando la cellula epatica accumula trigliceridi in conseguenza di una aumentata captazione di acidi grassi come accade in corso di diabete o nel caso vi sia obesità, oppure in conseguenza di un aumento della sintesi endogena di acidi grassi come si verifica in corso di insulino-resistenza, infine un terzo meccanismo alla base dello sviluppo di steatosi è rappresentato da una ridotta eliminazione dei lipidi da parte del fegato come accade in corso di malnutrizione, by-pass digiuno-ileale e diabete.

  • Trapianto di fegato e HIV

    Una commissione di esperti mette a punto le nuove linee-guida italiane per i trapianti di fegato.

  • epatite b e hiv

    L'FDA ha approvato un nuovo farmaco antivirale , Adefovir Dipivoxil ( Hepsera ) per il trattamento dell'epatite B cronica negli adulti con evidenza di replicazione virale attiva ed elevati valori di ALT ( alanin aminotransferasi ) o AST ( aspartato aminotransferasi ) o malattia istologicamente attiva.