Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

  • Infezioni, cancro e aids

    Anche da un’INFEZIONE può nascere un tumore. Studiando i virus oncogeni i ricercatori hanno scoperto la relazione tra genetica e cancro. Oggi la battaglia si sposta sulla prevenzione. Obiettivo: un vaccino in grado di impedire il contagio.

  • Human Papilloma Virus HPV

    Human Papilloma Virus: un'infezione che richiede una preparazione plurispecialistica

  • AGUS - diagnosi al pap test- Cellule ghiandolari atipiche

    Le cellule ghiandolari atipiche di significato indeterminato (Atypical Glandular Cells of Undetermined Significance: AGUS) introdotto dal Sistema Bethesda, rappresenta una categoria di esclusione. Infatti, vi rientrano tutte quelle cellule ghiandolari, endocervicali o endometriali, che non sono francamente benigne o reattive tipiche ma neppure presentano quelle alterazioni cellulari sufficienti per una diagnosi di adenocarcinoma invasivo. Il citopatologo, se possibile, dovrebbe indicare l’origine, endometriale o endocervicale delle cellule AGUS. Inoltre, nel caso delle cellule AGUS di origine endocervicale, il citopatologo dovrebbe, qualora possibile, specificare la potenzialità biologica, reattiva o neoplastica (cellule endocervicali atipiche probabilmente reattive oppure probabilmente neoplastiche o significative per adenocarcinoma in situ). La diagnosi di AGUS può essere formulata mediante Pap-test, in quanto le lesioni ghiandolari della cervice uterina frequentemente non presentano segni clinici diagnostici né aspetti colposcopici (sufficientemente) caratteristici.

  • Nuova tecnica per distruggere le cellule cancerose c.utero

    Ricercatori britannici del Department of Biology, University of York hanno messo a punto una nuova tecnica, denominata interferenza dell'RNA capace di distruggere le cellule cancerose del collo dell'utero senza danneggiare il resto. Più del 90% dei casi di carcinoma del collo dell'utero sono positivi per lo Human Papilloma Virus, in particolare per il tipo 16, e la proliferazione cellulare anormale è guidata dall'effetto combinato dei geni E6 ed E7.