Questo sito contribuisce alla audience di

I Virus e il nuovo gioco CLONES, play with genoma umano.

I Virus sono microorganismi, che vivono necessariamente all'interno di cellule, e che utilizzano la cellula parassitata, per poter vivere e riprodursi; "sfruttano" l'ospite per poter sopravvivere e lo obbligano a produrre nuovi virus, invece che dare origine a nuove cellule. Entrano nel nucleo e impongono un piano di riproduzione cellulare che da origine a nuovi virus. Provocano malattie con evoluzioni sia benigne che non, ma che non possono essere risolte, ma solo "aiutate" da farmaci.

È una malattia causata da un virus (H.I.V.) che distrugge il sistema immunitario dell’individuo, sistema deputato alla difesa dalle infezioni e dai tumori: il malato diventa perciò particolarmente vulnerabile agli agenti infettivi ed allo sviluppo di neoplasie.
Il virus una volta penetrato nell’organismo, si lega ad un particolare tipo di globuli bianche (linfociti T4) ed entra nel nucleo di queste cellule.
A questo punto il virus può rimanere quiesente all’interno dei linfociti: si realizza così il quadro del portatore sano asintomatico ma contagioso (sieropositivo).
In un arco di tempo variabile, compreso tra alcuni mesi ad anni (attualmente ci sono casi in osservazione da 18 anni), ed in relazione all’intervento di altri fattori attualmente sconosciute il virus comincerà a replicarsi portando a morte i linfociti che lo ospitavano: il paziente entra nella fase di A.I.D.S. conclamato, con malattia clinicamente manifesta.