Questo sito contribuisce alla audience di

Io sono un abitante di questa Terra

Parole ispirate telepaticamente durante una meditazione.

Diversi milioni di anni fa dei vostri anni, scendemmo per volere di Gaia e ci stabilimmo in dodici punti; il nostro compito era di farli fiorire una volta arrivati.

Al centro di Gaia, nel cuore della Fonte, vi era un tredicesimo componente a Guardia del Faro, proprio così a Guardia!

All’epoca non c’era niente da guardare, noi sapevamo che sarebbe successo, ma non solo con voi, successe con coloro che varcavano i confini di questo mondo per espandersi a danno della cultura di altre razze.

Successe con una razza che volle stabilirsi qui per espandersi ed al contempo altre si aggiungevano per vivere e sopravvivere, poiché le mire di espansione erano protette nell’insito dalla Creazione che si andava spandendo, ed il Suo volere era spandere.

Ma c’è qualcosa che ancora sfugge ai vostri occhi,

ciò che la Creazione voleva era espandere il Suo Amore per Suo volere, perché chiunque provasse questa enorme sensazione e per condividerla incondizionatamente con chiunque.

Ora la vostra idea di spansione si è fusa con le ombre inerti nella materia.

Voi sapete di avere una parte di DIO entro di voi, ma la usate per dar vita a materia inerte e quelli di oggi come quelli di ieri sono i risultati.

Adesso avete perso di vista il perché siete qui, per volere vostro voi siete scesi per provare a spandere questa onda.

Non avete fallito ma vi siete spinti oltre, talmente oltre che la Fonte non riconosce la vostra luce e vi sta lentamente cancellando.

In pochi hanno mantenuto il compito che avevano e che hanno tuttora.

 

Continua nel link sottostante.

 

Argomenti

Link correlati