Questo sito contribuisce alla audience di

Lettera di una madre dal cielo.

Se chiami il cielo risponde.

Ciao mamma, sei sempre nel mio cuore e nei miei pensieri e sempre accanto a me. Ti sento sai, ed ho pensato di essere fortunata per aver avuto qui, per dove sono io, una mamma come te. Ed ora ancora più fortunata perché se adesso qui ho intrapreso il cammino Spirituale lo devo a te che mi guidi da lassù.

 

Ciao amore mio, anche io sono stata fortunata ad avere te, molto. Il nostro è un contatto che porta radici lontane e tutto quello che è stato è ora, anche adesso. So che mi dici che devi a me anche il cammino che stai facendo ora, ma questo è vero solo in parte, perché il resto lo stai facendo tu da sola e poi è anche naturale. È la natura delle cose, io che ho fabbricato nel mio corpo ogni centimetro del tuo, nel laboratorio del mio grembo, è naturale che ora che sono qui porto in gestazione la tua anima. Da questa parte ho ricominciato il lavoro in altra maniera, soltanto che adesso porto in gestazione l’energia perché la costruzione della tua materia è stata compiuta, questa funzione “opera” l’ha programmata il Padre di tutta la Creazione che ha messo insieme questa sinfonia meravigliosa con le cellule, quelle materiali e quelle celesti. Allora, tutto questo miracolo non si può lasciare incompiuto, si deve proseguire la Genesi di nascita con la Genesi di Rinascita dello Spirito per stare sempre pronti a tornare a Casa. Sono tanto felice di questo tuo percorso che io da qui seguo con trepidazione, tu sei cambiata in meglio, ti stai evolvendo, tutto si sta trasformando.  

 

Alcuni giorni, quando esco la mattina per andare a lavoro, guardo il Cielo così bello e mi sento in pace, poi improvvisamente è come se entrassi nella fossa dei leoni, ma cosa sta succedendo a questo mondo?

 

Sta succedendo che certe energie basse vorticano in un modo caotico, perché il male sta lavorando come vuole con chi è attaccato ad esso e ne è profondamente in preda. Tutto è visibile, tutto è sotto gli occhi di tutti, nulla si può nascondere, tutto ciò che è la Verità viene alla Luce anche le peggiori di verità nessuno più può nascondere la sua anima di qualunque colore essa sia e noi che abbiamo vissuto tutti con i volti celati, adesso dobbiamo capire che non esistono più maschere, si stanno sgretolando e le persone che in apparenza erano agnelli, ma nelle profondità lupi, ora si vedono come si vedono gli angeli, quindi so che è terribile da vedere, ma guarda sempre il bene delle cose per prenderne la positività non ci sarà più errore nel giudizio perché tutto si vedrà. La verità alla Luce alla lunga appare, la lunga è trascorsa e la trasparenza è in atto, allora che dici amore mio tu pensi che sia terribile perché non si vedeva?  No, no,  è bellissimo che ora si veda, prima, era terribile perché serpeggiava tra il fogliame basso,  ora i campi sono stati arati dagli Angeli sotto la guida di Dio

 

A marzo facciamo il solito viaggio, sempre noi 5 gli stessi amici,ancora una volta nel deserto, dove ci sentiamo tutti in sintonia con quello che ci circonda. Che cos’è che mi attrae tanto in questo immenso mare di sabbia che solo la natura poteva colorarlo e farlo così bene?

 

Cosa c’è di diverso? Lo sai, sul Sacro Libro c’è l’Uomo che grida nel deserto, tu sai chi era l’Uomo e sai perché gridava? L’Uomo era Lui l’Altissimo, il deserto era la gente, l’unico a gridare al deserto che era sbagliato, solo Lui gridava e lo hanno messo in Croce. Non è stato il deserto di Madre Terra, è stato il deserto che gli uomini hanno messo nel cuore al posto Suo e tu andando in quello reale senti Lui che lì ha lasciato la Sua traccia. In ogni granello di sabbia c’è la vibrazione delle Sue grida, allora adesso che sta per tornare, ogni piccolo granello parla con Lui e canta la canzone per il Sole. Coraggio tesoro mio, vai nel deserto a respirare il Sole, là c’è l’incanto della Vita.

 

E’ arrivato il momento di lasciarci, è sempre doloroso ma noi siamo un giro tondo intorno al cuore e al mondo. Le tue parole mi sono sempre di conforto. Sei stata accanto a me per una vita, mi hai fatto diventare grande poi mi hai lasciata, ed io mi sono persa, ho vagato nel buio per tanto tempo, ora grazie a te e agli altri che stanno con te sono qui. Senza di te non ce l’avrei mai fatta, questo è il nostro amore rinnovato. Ti amo tanto, grazie con amore. A presto Marina.

 

Ciao anche io ti lascio a malincuore, ma solo in questo contatto, vorrei conversare così per ore. Ti sei persa, se ci fai caso, soltanto quando hai creduto che io ti avessi lasciata per sempre, perché non credendo alla morte non credevi alla vita, la vita e la morte sono un cerchio dove il punto di cambiamento è il proseguimento. Appena hai capito che non ti ho lasciata e quindi hai creduto di nuovo nella vita, allo stesso momento, hai ricreduto anche alla tua. Io sono qui, la tua voce è dolce, il tuo cammino dolcezza è un insieme che mi fa cantare il cuore. Vai avanti così e non ti perderai mai più, teniamoci la mano ed io sarò sempre felice come una luna. Ho sempre un sobbalzo quando mi vengono a chiamare e dall’altro capo ci sei tu che mi aspetti con questi fogli e queste domande, così dolci che io ti vedo preparare quando rifletti per scriverle. Ciao dolce fiore, un abbraccio dal Cielo.

Una mamma in volo.

Cinzia Degli Angeli.

 

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • jùmphry'52

    02 Aug 2010 - 09:16 - #1
    0 punti
    Up Down

    forse sto per sperimentare qualcosa di simile, mia madre Rosa si sta spegnendo in una clinica. Quando avrò Internet a casa Vi riscriverò, ciao

Argomenti