Questo sito contribuisce alla audience di

Un viaggio al centro della terra.

Giulio Verne è stato uno dei padri della moderna fantascienza o dell'attuale scienza?

Il romanzo di Jules Verne Voyage au centre de la terre (viaggio al centro della terra) scritto nel 1864 è sempre stato menzionato come una tra le prime opere fantascientifiche.

Comunque questa opera affascinò molto i lettori tanto che nel 1959 il regista Henry Levin

diresse un film omonimo prodotto da Charles Brackett.

La trama del libro è unicamente riferita ad un viaggio nelle viscere della terra iniziato grazie al ritrovamento di una pergamena nascosta tra le pagine di un vecchio libro, questo documento conteneva un messaggio cifrato con caratteri runici che venne decodificato dal prof. Otto Lidenbrock che così comprese le indicazioni del percorso da compiere per arrivare niente di meno che, nel centro della terra.

Da qui ha luogo una spedizione che parte da Amburgo per arrivare in Islanda dove si trova il cratere Jökull del vulcano Snæffels la vera via per il centro della terra.

Naturalmente questo viaggio fantastico non manca di sorprese sconvolgenti come la scoperta di animali preistorici che lottano tra loro, vegetazione smisurata ed anche un gigante che pascola mastodonti, infine troveranno una frana che blocca il percorso, quindi nel tentativo di farla brillare per proseguire, innescano una eruzione fenomenale del vulcano tanto da esser “sparati” via, per poi sbucare dalla bocca del vulcano Stromboli nella parte opposta del globo.

Tutto questo racconto è nato unicamente dalla mente fervida di un grande narratore o è una ispirazione profetica mista a fantasia?

Vorrei fare due osservazioni: la prima è che nel romanzo di Verne si parla chiaramente della deriva dei continenti, teoria geologica secondo la quale i continenti si muoverebbero l’uno rispetto all’altro, l’aspetto curioso è che questa teoria venne introdotta nel 1910 da Alfred Lothar Wegener esattamente 46 anni dopo la stesura del romanzo.

La seconda considerazione è che ora è stata scoperta sotto l’oceano Atlantico una zona priva di crosta terrestre: una vasta superficie in cui il mantello è scoperto. Un’équipe di scienziati inglesi inizierà a sondarla per scandagliare questo particolare foro anomalo tra Capo Verde e i Carabi.

Dovremmo dunque rivedere la figura di Giulio Verne?

E’ uno dei padri della moderna fantascienza o scienza?

Cinzia Degli Angeli.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • GianfrancoRee

    29 Nov 2009 - 11:44 - #1
    0 punti
    Up Down

    Interessantissimo il riferimento alle scoperte scientifiche di oggi! Non immaginavo che questo libro così avventuroso contenesse anche intuizioni sulle scoperte della geologia di oggi. Incuriosito ho esplorate anche alcune teorie della terra cava e trovato anche quest’altro romanzo di uno scienziato, che parla di un viaggio in un mondo sotterraneo:
    http://lovecraftlibri3tidorhpa.splinder.com/
    Che risultati avrà portato quell’esplorazione del fondo oceanico?

Argomenti

Link correlati