Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • PEDOFILIA: ANGELILLI, MOBILITAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

    21/07/2006 PEDOFILIA: ANGELILLI, MOBILITAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO CONTRO IL PARTITO OLANDESE DEI PEDOFILI Bruxelles - “E’ assolutamente sconcertante la sentenza dei magistrati olandesi che danno il via libera alla costituzione del partito olandese dei pedofili ovvero l’Ndv, sigla che sta per “Partito dell’amore per il prossimo, libertà e diversità”.

  • L’Inghilterra: la mantenuta d’Europa

    di Roberta Angelilli - da Area ..........La presidenza inglese dell’Unione europea, pur ammantandosi di un ostentato europeismo di facciata, non ha mai nascosto le sue perplessità rispetto alla capacità e all’autorevolezza dell’Europa come istituzione politica di affrontare e risolvere concretamente le grandi questioni dell’attualità comunitaria. Tony Blair, Primo ministro inglese e Presidente di turno dell’Ue, in ogni occasione ci ha dato l’impressione di avere fretta di passare la mano ad una presidenza come quella austriaca che potrebbe impantanare ulteriormente le trattative più urgenti. Il rischio è perciò che il semestre britannico arrivi al capolinea con un nulla di fatto, in particolare sulle tanto attese prospettive finanziare per il 2007/2013, ovvero il bilancio comunitario. Ma per capire la situazione odierna bisogna prima fare un passo indietro. Circa sei mesi fa, durante il semestre lussemburghese, l’allora presidente Juncker propose un accordo sul bilancio che vedeva l’Italia ampiamente penalizzata: avremmo dovuto subire un taglio dei nostri fondi comunitari di ben 8 miliardi di euro, mentre altri Stati membri mantenevano alcuni privilegi, innanzitutto la Gran Bretagna che si ostinava a difendere il cosiddetto “assegno inglese” (rebate). .......

  • TV: BALBONI "CELENTANO DIMOSTRI DI ESSERE UOMO LIBERO".

    NON FA PAURA SANTORO A ROCKPOLITIK. ITALIANI 'CONOSCONO' COMIZIO CHE FARA'. TRASMISSIONE SIA EQUILIBRATA" "Non fa paura a nessuno Santoro che va ospite di Celentano". Lo afferma il sen. Alberto Balboni di Alleanza Nazionale, componente della Commissione di Vigilanza Rai. "Comizio in più, comizio in meno non importa. Gli italiani conoscono l'on. Santoro e sanno benissimo cosa dirà, valutando perfettamente che proviene da un giornalista militante della sinistra, autore di tanti esempi di 'tv faziosa', che ha appena presentato le dimissioni da deputato europeo dell'Ulivo. "Ci importa che 'Rockpolitik' sia buona televisione, equilibrata e che Celentano non perda la caratteristica di uomo libero, capace di spaziare a 360 gradi. Ci dispiacerebbe, infatti, che il cantante milanese possa essere scambiato per un servo di partito e non per l'artista che ha dimostrato di essere in più di quarant'anni di carriera nel mondo dello spettacolo".

  • Marco Zacchera (An): "Quale futuro per la Turchia?"

    LOS ANGELES - Mentre si atterra al nuovo, grande aeroporto di Istanbul noti subito le migliaia di moderne case popolari e gli svincoli autostradali a quattro livelli: sono il primo impatto - dall’alto - di una nazione che sta trasformandosi profondamente e che - pur tra mille contraddizioni - corre frenetica verso un futuro tutto ancora da disegnare.

  • La Camera ratifica il Trattato della Costituzione Europea

    Casini: "Voto storico". Ripudio della guerra: l’Aula respinge un ordine del giorno ROMA - La Camera dei Deputati ha detto sì alla ratifica del Trattato che adotta la Costituzione Europea. L’Italia, dopo Lituania e Ungheria, è il terzo Paese ad aver ratificato il Trattato costituzionale. 436 i voti favorevoli, 28 contrari e 5 astensioni. Via libera da Fi, An, Udc, Ds, Margherita, Sdi, Repubblicani europei, Pdci e Udeur. Contrari Rifondazione comunista e Lega, astenuti i Verdi.

  • COSTITUZIONE UE: FINI, PARLAMENTO DIA IL BUON ESEMPIO

    ROMA - ''Oggi il Parlamento italiano dia un buon esempio agli altri paesi e approvi presto il trattato costituzionale''. E' quanto ha chiesto il ministro degli Esteri, Gianfranco Fini, chiudendo il proprio intervento, questa sera in aula alla Camera. Il titolare della Farnesina ha spiegato che quello sulla Costituzione europea e' stato ''certamente un compromesso, ma un compromesso alto e come tutti i compromessi dovra' essere aggiornato'', ma in ogni caso si tratta di un successo ''senza precedenti''.

  • UE: CONTRIBUTO GIORNATA GIOVENTU', POLI BORTONE SOLLECITA CONCES

    Lettera della europarlamentare di An ai colleghi del parlamento di Bruxelles Bruxelles, 7 gennaio — La parlamentare europea Adriana Poli Bortone (gruppo Uen) ha inviato una lettera ai suoi colleghi a Bruxelles per sollecitare la concessione di 1.5 milioni di euro per la giornata mondiale della gioventù a Colonia del prossimo agosto. «Nei giorni scorsi — sostiene Poli Bortone — si è verificato, ad opera dell'on. Schulz, l'ennesimo atto di intolleranza nei riguardi di quanti, cattolici o non, riconoscono nel Papa un riferimento preciso di valori che non può restringersi alla sfera confessionale. Il gesto di Schulz rappresenta un vero pericolo configurandosi come una vera e propria offesa ai cattolici che hanno quantomeno pari diritti rispetto agli anticattolici ed anticristiani alla Schulz! Un Parlamento che non è in grado di dar conto di come vengono impegnati i finanziamenti delle Ong (non tutte!) delle quali il più delle volte non si conosce l'efficacia dell'azione, non può essere condizionato dall'incolta arroganza di un deputato che vorrebbe cancellare di fatto tradizioni e culture cristiane dell'Europa. I cattolici non possono tollerare più simili supposizioni». Per questo, Poli Bortone chiede «a tutti i colleghi, di ogni partito, di voler sottoscrivere questa nota tesa a concedere 1,5 milioni di euro per la giornata mondiale della gioventù a Colonia, senza preclusione alcuna anche per eventuali spese di finanziamento del viaggio del Papa».

  • Fondi comunitari e e iniziative di sostegno

    INIZIATIVE E FONDI COMUNITARI DISPONIBILI PER IL SOSTEGNO A NATURA 2000 Politica Agricola Comune - PAC FEAOG: attraverso lo sviluppo rurale, il fondo offre un sostegno alle pratiche agricole e silvicole rispettose dell’ambiente nelle aree rurali in tutto il territorio dell’UE. Ulteriori incentivi sono possibili per i siti Natura 2000. Tutti gli Stati membri forniscono un sostegno più o meno consistente agli agricoltori nei siti Natura 2000.

  • La nuova Politica Agricola Comune entra in vigore per i 10 nuovi

    A decorrere dal 1° gennaio 2005, i 10 nuovi Stati membri hanno introdotto la riforma fondamentale della politica agraria comune (PAC). Adottata nel giugno 2003, essa modifica l'insieme delle modalità d'aiuto comunitario al settore agricolo al fine di orientare maggiormente la produzione del settore alle esigenze del mercato. In futuro, la maggior parte degli aiuti sarà quindi versata indipendentemente dalla quantità di produzione. Questi nuovi "pagamenti unici per unità produttiva" saranno strettamente legati al rispetto di norme che riguardano l'ambiente, la sicurezza alimentare ed il benessere degli animali. La scelta di Bruxelles di disaccoppiare (dissociare) gli aiuti alla produzione è volta a rendere gli agricoltori europei maggiormente competitivi ed in linea con le necessità del mercato, pur beneficiando della stabilità necessaria del loro reddito. Fondi comunitari e e iniziative di sostegno

  • MORIRE per FAME - EREDI di ERODE V

    Da Azione Sociale E' stato pubblicato l'ennesimo documento sulla fame nel mondo. Milioni di bambini uccisi da denutrizione e malnutrizione. Tornano alla mente le immagini terrificanti che affollavano i Tg negli anni '70. Bambini nudi, stomaci gonfi, corpi inermi di fronte all'assalto degli insetti. Sono passati trent'anni e nulla è cambiato: anzi. Eppure in questi trent'anni l'Africa e, più in generale, i paesi del cosiddetto Terzo Mondo, sono stati sommersi dagli aiuti internazionali. Non può essere, solo colpa del fatto che l'Unicef faccia un cattivo uso delle risorse a sua disposizione. Forse il perchè dobbiamo ricercarlo altrove. Dobbiamo chiederci perchè i nostri aiuti hanno peggiorato la situazione, se è vero che l'Africa è passata, nel corso del XX secolo, dall'autosufficienza alimentare alla situazione attuale. Si calcola che "per ogni dollaro donato sono stati venduti ai Paesi africani fino ad undici dollari di prodotto finito". Prima di pulirci la coscienza con l'ennesima donazione, riflettiamo sul nostro modello di sviluppo sul nostro industrialismo. Forse, per aiutare quei bambini bisogna immaginare un mondo diverso. Luca Panariello