Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Gabbianelli si dimette................?

    Viterbo - Gabbianelli potrebbe annunciare venerdì le dimissioni Grandi manovre in vista di politiche e... amministrative di Giuseppe Ferlicca

  • Della Peruta nella commissione edilizia integrata

    da Casertanews - ISTITUZIONI | S.Nicola L.S. – Presidente cittadino di Azioni Giovani, il movimento giovanile di Alleanza Nazionale, Presidente cittadino del Forum Giovanile di San Nicola, eletto appena lo scorso 29 gennaio, ed ora anche componente della Commissione Edilizia Integrata. Raffaele della Peruta, ventiseienne sannicolese, laureando presso la Seconda Università (SUN), è uno dei giovani politici emergenti della città. Alle passate elezioni amministrative ottenne un buon successo personale. L’organismo eletto nella seduta di lunedì scorso risultava decaduto da tempo, per cui andava immediatamente rieletto. La Commissione Edilizia è l'organo consultivo del Comune per tutti i casi in cui si ravvisi la necessità di un parere sui procedimenti inerenti la trasformazione ambientale, urbanistica o edilizia del territorio, mentre la Commissione Edilizia Integrata è l'organo preposto all'esercizio delle funzioni di cui alla Legge Regione Campania nr. 10 (in pratica una subdelega ai Comuni delle funzioni amministrative riguardanti la protezione delle bellezze naturali), in attesa della disciplina prevista dagli artt. 3 e 14 della legge 8.6.1990 n. 142. La commissione di edilizia integrata ha al suo interno cinque branche, ciascuna delle quali affidata ad un tecnico. Essa è composta da tre esponenti facenti capo alla maggioranza e due alle opposizioni. Le cinque branche, con i relativi nominativi eletti, sono: Beni Ambientali: Maurizio Santamaria; Storia dell’Arte, Luigi Brancaccio; Disciplina agricola, Forestale, Naturalistica, Storia, Raffaele della Peruta; Arti Figurative: Giovanni Pastore; Beni Culturali: Salvatore Annunziata. Autore: Nunzio De Pinto -

  • VIALE BACCELLI. BENVENUTI (AN): NO A CRIMINALIZZAZIONE FORO 753

    Basta ai tentativi di criminalizzare il Foro 753, anche se non spetta a me dimostrare l’indubbio valore delle numerose iniziative di carattere sociale organizzate da questi ragazzi che, a differenza di altri appartenenti a centri sociali, non si sono mai distinti per aggressioni e minacce, ma solo per il loro forte senso del sociale e per la solidarietà verso i più deboli”. E’ quanto dichiara in una nota, Piergiorgio Benvenuti, capogruppo di Alleanza Nazionale alla Provincia di Roma. “Gli aggressori di Villa Ada debbono essere individuati e puniti – continua Benvenuti – così come va condannato ogni tipo di violenza di matrice politica come quella che, per anni, ho subito e continuo a subire sulla mia pelle e che attacca i militanti che con coraggio sviluppano insieme a me un’attività politica su tematiche sociali e della sicurezza in quartieri periferici della Capitale”. “Mai abbassare la guardia contro l’odio politico – afferma Benvenuti – perché è sempre in agguato. Mi giunge notizia che un’emittente radio dell’ultra sinistra ha recentemente programmato un’ora e mezza di trasmissione piena zeppa di minacce verso il sottoscritto e i militanti di An dei circoli di Marconi e Magliana, per impedirci di fare politica in quelle zone e per contrastare la popolarità delle nostre iniziative. Vorrei sapere se ciò è vero e come mai, visto che siamo stati contrastati da esponenti dell’ultrasinistra, durante una nostra manifestazione autorizzata, le istituzioni competenti non hanno preso ancora alcun provvedimento. Né ci si è mossi per valutare comunicati presenti su alcuni siti Internet dove si rivendicano aggressioni in mio danno e si minaccia violenza per cacciarmi da alcuni quartieri della città”. “Chi auspica la democrazia la deve praticare – conclude l’esponente di An – e non la può applicare a senso unico”.

  • Viterbo - Ronciglione - Ematologia

    La senatrice Allegrini è intervenuta in aula per chiedere al ministro della Salute, Livia Turco, che era presente, di rispondere immediatamente all’interrogazione, presentata insieme al senatore Gramazio, sulla chiusura nell’ospedale di Ronciglione, a seguito dei decessi causati dal batterio “pseudomonas”. All’attenzione dell’aula è stata evidenziata la gravità della situazione, e la necessità di individuare le cause per riportare l’ospedale Sant’Anna alla normalità. Il ministro Livia Turco, contattata personalmente, si è impegnata a rispondere entro la prossima settimana.

  • An, Sofia si dimette e arriva il commissario

    Partito temporaneamente nelle mani del deputato varesino Marco Airaghi: «Tra sei mesi il mio compito sarà esaurito» tratto da CorriereComo - Il presidente: «Ho deciso due settimane fa». Cristiana Muscardini: «Pesano Cantù e Como»

  • ROMA, CENSURA AL MUNICIPIO ROMA II:

    Comunicato Stampa Fabrizio Santori - SANTORI(AN): “GIUNTE MUNICIPALI DI CENTROSINISTRA IN DIFFICOLTA’ RICORRONO A METODI SOVIETICI”

  • Italia. Roma. An chiede test antidroga per consiglieri e assesso

    Test antidroga per assessori e consiglieri del XX Municipio capitolino. A proporlo e' il capogruppo di An Ludovico Todini, che ha presentato una risoluzione al Consiglio municipale. "Dopo l'iniziativa de 'Le Iene' -prosegue Todini- giudicata scomposta in quanto intrapresa ad insaputa dei deputati, giace in Parlamento una proposta di legge firmata da circa 100 deputati di tutti gli schieramenti. Visto che l'iter parlamentare non ha tempi brevi, abbiamo pensato di volerci attivare in questa direzione perche' per il Municipio puo' essere tutto piu' semplice ". "La ratio della proposta e' da ravvisare nel fatto che chi ricopre incarichi pubblici dovrebbe sentire l'obbligo morale, civile ed etico di palesarsi ai cittadini circa l'uso o meno di sostanze stupefacenti, attesa la forte responsabilita' ed il pregnante senso civico di ogni carica pubblica. L'eventuale uso di droga e' stridente con l´esercizio di ruoli in assemblee pubbliche". "E' chiaro che il test non potra' rappresentare una coercizione per gli eletti del Municipio, ma sara' su base volontaria senza discriminazione alcuna per chi avra' intendimenti diversi. La prossima settimana si votera' il documento".

  • Terracina: Alleanza Nazionale scende in piazza

    Terracina (31/03/2007) - Domenica mattina, in Piazza Garibaldi, si terrà la festa degli iscritti di Alleanza Nazionale e della sua organizzazione giovanile, Azione Giovani. Sarà un vero e proprio meeting di piazza e occasione per scambiare opinioni politiche, con stand d'informazione sociale oltre che gastronomici.

  • Viterbo: RISPOSTA AL "BIRICHINO" ROCCHI

    " Sono amareggiata, dispiaciuta, anni e anni di militanza nelle file di questo Partito che amo e poi vedere che le persone per le quali, negli anni abbiamo speso: tempo, soldi rubati alle notre famiglie, ideali, dignità personale, che fanno? ogni giorno si insultano e denigrano, ma non nei luoghi preposti a discussione civile, lo fanno sulle pagine dei giornali, (che non si fa pur di apparire!)bruciando e mettendo in ridicolo tutto lo sforzo fatto sul territorio da ognuno di noi umili portaacqua" Quello che mi chiedo è: ma il Partito, chi è pagato e preposto a dirigerlo che fa? Come mai non interviene? Nel frattempo la sinistra impazza!Ma saremo scemi!!! Ecco il comunicato della Federazione

  • Bracciano. E' guerra aperta dentro Alleanza Nazionale

    tratto da http://www.centumcellae.it/leggi.php?id=14959 Il Coordinamento della Destra Braccianese scrive alla Direzione regionale e nazionale di An per contestare le scelte dirigenziali del partito locale