Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • MALAGROTTA: OGGI BANCO DI PROVA PER IL CENTROSINISTRA

    Comunicato Stampa di FAbrizio Santori - MALAGROTTA: OGGI BANCO DI PROVA PER IL CENTROSINISTRA ROMA RIFIUTI: OGGI BANCO DI PROVA PER IL CENTROSINISTRA AN: “BASTA GIOCARE A NASCONDINO”

  • Società miste, Bassolino attacca l’indagine in Commissione Trasp

    da Ottopagine.it - “Il presidente della Commissione aveva detto che il termine dossier era un’invenzione giornalistica, vedo che è stampato sull’intestazione di tutte le pagine. Come definirlo? E’ una cosa innominabile”. Il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, incalzato dai giornalisti nel corso della presentazione dello studio di fattibilità della Napoli – Bari è tornato nel pomeriggio di ieri sull’indagine-scandalo elaborata dalla Commissione Trasparenza del Consiglio Regionale guidata da Antonio Peluso (ex Npsi, ora indipendente) sulle Società Miste, quelle cioè a partecipazione regionale definendola “inqualificabile”.

  • Regione, società miste: presentato il dossier sugli sprechi

    tratto da Ottopagine.itRegione, società miste: presentato il dossier sugli sprechi Un dossier di 600 pagine per denunciare gli sprechi delle Società Miste, quelle cioè partecipate con più del 50% del capitale dalla Regione Campania. Dati e cifre che si commentano da sé e che sono stati illustrati ieri dal presidente della Commissione Trasparenza del Consiglio regionale campano Antonio Peluso (ex Npsi, ora Indipendente). Conti in rosso per circa 110 milioni di euro spesi in due anni, 42 milioni già persi dalla Regione, e venti milioni spesi solo per le consulenze. L’80% delle 37 ‘partecipate’, si legge tra le pieghe del falcone, ha bilanci in perdita. Dai documenti emergerebbe un intreccio di società regionali controllate da altre società, senza contare Agenzie, Fondazioni e Consorzi. Quelle per così dire ‘ufficiali’ sono 37, otto delle quali a capitale interamente regionale. Dati sottostimati, avverte Peluso, se si tiene conto appunto della fitta rete di ‘controllate’.

  • AN: PROGETTO DI LEGGE IN FAVORE DELLE PERSONE HANDICAPPATE GRAVI

    Regione Emilia Romagna - Il Capo Gruppo di Alleanza Nazionale in Consiglio Regionale Luca Bartolini, sollecitato da alcune Associazioni di categoria, ha presentato come primo firmatario un disegno di legge teso a garantire alle famiglie con handicappati gravi delle deroghe riguardanti le volumetrie per le ristrutturazioni di abitazioni ........

  • ROMA FESTA DEL CINEMA: IL GRANDE BLUFF

    LETTERA APERTA A VELTRONI AN: “A Roma esiste una grande realtà culturale cinematografica dimenticata “Mi permetta di dirle che la famosa pellicola Il Grande Bluff rispecchia quel percorso di illusione culturale fatto di sfavillanti feste e futili raduni da Lei organizzati in pompa magna insieme alla sua giunta dimenticando la vera grande realtà culturale cinematografica della Capitale” questo è l’inizio della missiva di Fabrizio Santori, capogruppo di An del Municipio Roma XVI, inviata al Sindaco di Roma facendo un preciso riferimento alla Festa del Cinema in corso in questi giorni a Roma.

  • ROMA : SICUREZZA SCUOLA VINCENZO CUOCO

    CONSIGLIERE DOTT. AUGUSTO SANTORI - COMUNE DI ROMA XV MUNICIPIO VIA MAZZACURATI, 73-75 00148 ROMA TEL. PERS. 347.8020091 augustosantori@virgilio.it

  • A palazzo Valentini studenti e insegnanti dalla Russia

    Comunicato stampa Piergio benvenuti

  • Roma Santori (AN): “Commissioni non ancora veltronismo arrogante

    ............“Il veltronismo continua a marciare all’insegna dell’arroganza e della scorrettezza istituzionale e ancora una volta il Municipio XV ne rappresenta l’esempio lampante” ha dichiarato in una nota Augusto Santori, consigliere di Alleanza Nazionale al Municipio XV......

  • Mozione : Sergio D'Elia

    Oggetto: invito il Sindaco ad intervenire presso organi competenti affinché venga revocata la nomina a segretario della Camera dei Deputati a Sergio D’Elia.

  • Approvata la legge Rivellini sulle liste di attesa

    Napoli – «Il Consiglio Regionale della Campania ha approvato la mia proposta di legge per la drastica riduzione e la regolamentazione delle liste d’attesa per le prestazioni sanitarie in Campania». Lo rende noto il consigliere regionale di Alleanza Nazionale Enzo Rivellini, componente della Commissione Sanità, che spiega: «In una Regione dove i “viaggi della speranza” interessano il 25% dei malati, poter regolamentare e ridurre le liste d’attesa per ricevere in breve tempo una prestazione sanitaria è un fatto di estrema importanza che mi inorgoglisce e rende merito al lavoro ed all’impegno dell’intero Consiglio Regionale. Ancora una volta Alleanza Nazionale ha dimostrato di saper essere opposizione costruttiva e propositiva. La proposta di legge, che ricalca le direttive nazionali varate dal Ministro Storace in modo da unificare sul territorio nazionale le varie disposizioni, prevede le seguenti innovazioni: 1) sono vietate le liste chiuse. Non è più consentito chiudere le liste di attesa e lasciare i malati senza una certezza su quando riceveranno la prestazione richiesta. Se per casi straordinari vengono chiuse le liste, questo va comunicato immediatamente al Ministero della Salute; 2) vengono finalmente istituiti e regolamentati i C.U.P. (Centri Unici di Prenotazione) così da evitare che ci siano strutture mediche con lunghe attese ed altre senza prenotazioni; 3) viene istituita una Commissione per analizzare e decidere le precedenze nelle prestazioni sanitarie da effettuare perché è chiaro che esistono prestazioni sanitarie e malati che hanno una urgenza maggiore rispetto ad altri; 4) viene istituito un registro informatico delle liste d’attesa per una maggiore trasparenza e per evitare eventuali manomissioni; 5) è prevista la visita in intra moenia per quei malati che pur avendo un urgente bisogno di prestazioni sanitarie non riescono ad effettuarla tempestivamente. Dette prestazioni saranno a carico dell’Asl che non consente il giusto diritto alla salute e quindi il cittadino-malato sarà esentato dal pagamento; 6) la proposta di legge contiene divieti e sanzioni perché è giusto che in caso di errori o negligenze si individuino i responsabili. Il lavoro della V commissione Sanità è stato decisivo per il varo della legge. Ora è molto importante che si proceda celermente al varo del Piano nazionale di contenimento dei tempi d’attesa che, come previsto dalla legge, va stipulato tra Stato e Regioni entro marzo 2006. In questo modo partiranno anche i CUP che in Campania sono fermi al palo e sarà attivato anche il nuovo Servizio informatico sanitario nazionale che prevede sanzioni per le strutture sanitarie che non rispettano i tempi stabiliti nell’accordo Stato-Regioni».