Questo sito contribuisce alla audience di

FINI, CONGRESSO AN PER UNA DESTRA MATURA E FORTE

INTERVISTA AL QUOTIDIANO NAZIONALE ''Sono nato a Bologna e ci ho vissuto diciott'anni, ma onestamente questo non ha influito sulla scelta''.

In un’intervista al QUOTIDIANO NAZIONALE, Gianfranco Fini spiega perche’ ha scelto proprio la sua citta’ natale per il congresso di An. ”Con la vittoria di Guazzaloca - dice - Bologna e’ diventata il simbolo della fine del comunismo, e’ l’equivalente nazionale della caduta del Muro di Berlino”.
Nel corso dell’intervista, il vicepremier e presidente di Alleanza nazionale rievoca la sua personale storia politica, ricorda la sua famiglia, nella quale hanno convissuto convinzioni opposte, con il nonno paterno comunista, quello materno ammiratore di Balbo, uno zio ucciso dai partigiani, una mamma di destra e una padre dirigente della Gulf.
Ma soprattutto Fini sottolinea gli obiettivi del congresso: ”Servira’ a ricordare - afferma - che in Italia esiste una destra matura e forte, assolutamente legittimata a governare e capace di farlo con equilibrio e determinazione: celebrarlo nell’ex roccaforte della sinistra mi e’ sembrato perfetto. A maggior ragione oggi, dopo l’assassinio di Marco Biagi”.

5.4.2002

Ultimi interventi

Vedi tutti