Questo sito contribuisce alla audience di

Monselice.Tasinato è il nuovo presidente di An

Il congresso ha sancito però la spaccatura del partito, un ricorso potrebbe annullarlo.

Fabrizio Ghedin
Il Mattino di Padova 14.1.2003

MONSELICE. Andrea Tasinato è il nuovo presidente del circolo cittadino di Alleanza Nazionale. Lo ha stabilito il congresso che si è svolto sabato all’hotel Ceffri. Ma la sua è un’elezione con il «giallo» visto che sui lavori aleggiava lo spettro di un telegramma spedito dal responsabile nazionale del tesseramento, il senatore Salerno, in cui si chiedeva il rinvio del voto. Un telegramma che però il presidente provinciale Zanon afferma di non aver mai ricevuto. Il congresso ha sancito, questa volta in maniera formale, la spaccatura del partito sotto la Rocca. La componente di «destra sociale», che fa riferimento al capogruppo consigliare Giacomo Fina (attualmente sospeso dal partito) ha disertato il congresso, contestandone la validità.

Durante i lavori è stata l’ex assessore Cinzia Conterio a far presente la questione. La presidenza ha comunque fatto proseguire ugualmente le operazioni del congresso. Sulla questione si è consumato anche un violento scontro a distanza tra il presidente provinciale di An, Gabriele Zanon, ed il suo vice Luca Cipriano. Quest’ultimo ha dichiarato: «Il congresso è da invalidare: il senatore Salerno ieri sera ha spedito un telegramma a Zanon. Non si possono fare congressi in gennaio perché i tesseramenti del 2002 devono ancora essere ratificati dal consiglio nazionale. Secondo noi il congresso sarà annullato». Secca la replica di Zanon: «Io non ho ricevuto nessuna comunicazione, e comunque il congresso è convocato da dieci giorni, una comunicazione diversa data la sera prima sarebbe tardiva, ne va della credibilità del partito.

Se qualcuno ritiene che il congresso non è valido, può ricorrere ai nostri organismi giudicanti».

Ultimi interventi

Vedi tutti