Questo sito contribuisce alla audience di

«Centrodestra unito per vincere»

Presentato ieri mattina un corso di formazione politica per i giovani del partito. «Centrodestra unito per vincere» An: per le elezioni comunali di maggio non ci dobbiamo dividere

Unità del centrodestra per le prossime elezioni amministrative e ricomposizione delle divisioni (innegabili) all’interno del gruppo consiliare al Comune di Taranto. Sono questi i due argomenti che hanno fatto da robusta cornice al quadretto esibito ieri mattina dallo stato maggiore di Alleanza Nazionale.
Intorno ad un tavolo, insieme ai big del partito (dall’assessore regionale all’Industria Lospinuso al consigliere comunale Petrelli, dall’onorevole Patarino al senatore Semeraro) c’era una rappresentanza dei giovani che hanno partecipato ad un corso di formazione politica voluto direttamente dal vicepremier, Gianfranco Fini. Proprio ieri, infatti, il «prof» Patarino ha tenuto l’ultima lezione di questa prima fase, illustrando ai giovani iscritti la storia del partito. Le precedenti lezioni sono state curate da Petrelli che ha coordinato quest’iniziativa.

«Abbiamo illustrato a questi ragazzi - dichiara lo stesso Fiore Petrelli - alcuni aspetti giuridici, economici, storici ed alcuni elementi relativi al modo di comunicare. È stata un’esperienza affascinante che proseguirà su altri terreni di estrema attualità (devolution, sanità, scuola, fisco, lavoro). Il partito terrà conto dell’impegno di questi ragazzi, che comunque dovranno superare esami scritti ed orali a livello provinciale, regionale e nazionale, sia nel conferimento di alcuni incarichi che nella compilazione delle liste elettorali».
Oltre ai continui elogi a questi «studenti», Lospinuso, Petrelli, Patarino e Semeraro hanno dato il benvenuto ad Arturo Masi, ex presidente dell’Amat ed ex consigliere comunale di AT6, che ieri ha aderito ufficialmente ad An.

Il clima sereno non fa dimenticare al gruppo dirigente di An che a primavera «si voterà a Crispiano, Leporano e Sava. Lunedì riunirò l’esecutivo ma posso anticipare - assicura Lospinuso - che faremo di tutto per presentare agli elettori una coalizione unita. Nel maggio scorso, abbiamo vinto dovunque ad eccezione appunto di Palagiano dove la Casa delle libertà si è presentata in ordine sparso». Sulla possibilità che cambi la rappresentanza di An all’interno della giunta Di Bello, così come chiesto dal duo Naccari-Rossano, è stato attuato un «catenaccio» degno del miglior Nereo Rocco. Uscendo dalla metafora calcistica, Semeraro e Lospinuso si limitano a dire: «Deciderà il partito, stiamo valutando. Decideremo nei prossimi giorni».

Fabio Venere

Ultimi interventi

Vedi tutti