Questo sito contribuisce alla audience di

Bellano: Ha vinto l'interesse vero della gente

Anche i parlamentari del territorio intervengono sulla questione dell'ospedale di Bellano. L'on. Alberto Arrighi di Alleanza nazionale con una conferenza stampa e il parlamentare della Lega Nord, Ugo Parolo, con un comunicato , hanno espresso soddisfazione per il buon esito della vicenda che ha permesso di mantenere il presidio a Bellano. Nella sede di An di Bellano il presidente del circolo, Ivan Calcagno ha attaccato la sinistra responsabile di aver sostenuto che An e Lega fossero a favore della chiusura del presidio. «Sin dall'inizio - ha affermato Calcagno - abbiamo fatto di tutto per salvare l'ospedale».

Arrighi ha ribadito il concetto del “pronto intervento” di An per l’ospedale affermando: «Il nostro partito ha subito espresso contrarietà all’eventuale chiusura del presidio e bisogna ricordare che il nostro assessore regionale, Borsani, da sempre ha detto che non avrebbero chiuso. Qui si doveva tutelare l’interesse della popolazione e dei lavoratori, noi abbiamo scelto la via dell’azione politica e il tavolo territoriale è stato una vittoria di An per ascoltare la gente».

Arrighi ha poi ricordato la sua visita al presidio affermando: «Quando visitai l’ospedale c’era un cartello che diceva “Arrighi, è piaciuta la visita all’ospedale?”. Ho dimostrato che quello che avevo promesso l’ho mantenuto, non voglio scuse pubbliche ma una telefonata da chi pensava quelle cose mi farebbe piacere. Sulla questione alla fine c’è stata unità nel Polo, mi fa piacere ricordare che An e Lega sono state determinanti».

Il vice presidente del circolo, Bruno De Bernardi, ha ringraziato Arrighi dicendo: «Ha avuto il coraggio di mettere avanti la sua faccia».

Il deputato leghista Ugo Parolo scrive invece: «In molti hanno percorso strade diverse per arrivare a salvare l’ospedale, personalmente ho partecipato a varie riunioni, ho sostenuto chi si è impegnato e ho presentato un’interrogazione parlamentare».
«Non si può dimenticare- aggiunge - chi per interessi personali o politici ha cercato di dare la spallata finale all’Umberto I. Ma voglio soprattutto ringraziare chi ha lottato per il bene della popolazione. Penso alle persone del Comitato che hanno dato un esempio di civiltà anche nella protesta. Ringrazio anche la Regione e il direttore Caltagirone, così come un plauso va ai militanti di An, al sindaco Sandro Cariboni e alla Lega Nord».

Stefano Cassinelli

tratto da Il Giorno 2.3.2003

Ultimi interventi

Vedi tutti