Questo sito contribuisce alla audience di

FINI: "ALESSANDRA GUERRA E' UNA SCELTA VINCENTE E CREDIBILE"

ELEZIONI IN FRIULI Udine, 10 mar. - (Adnkronos) - ''La scelta di Alessandra Guerra alla guida del Friuli Venezia Giulia e' una scelta certamente credibile e vincente per molte ragioni. E non si tratta di una impuntatura da parte della Lega''. Lo ha detto Gianfranco Fini, leader di An durante la manifestazione elettorale a sostegno della candidata leghista per la Cdl alla presidenza del Friuli Venezia Giulia.

In una gremita sala del Parlamento del castello di Udine, il vicepremier ha sottolineato: ”Ma e’ altrettanto vero che il presidente uscente Tondo ha pagato un costo molto alto e immeritato per una logica politica che nulla toglie ai suoi meriti e nulla aggiunge ai meriti di Alessandra Guerra.

Capita, talvolta, agli uomini di essere al centro di vicende un po’ piu’ grandi di loro. Ma e’ doveroso dire che Tondo e’ stato un buon presidente del Friuli Venezia Giulia. Cosi’ come con la stessa convinzione sosteniamo la signora Guerra”.

”Ribadisco un concetto espresso dal presidente Berlusconi e dagli amici Bossi e Follini -sottolinea Fini- siamo in una fase politica in cui non esistono delle regole precise e non c’e’ un metodo definito e codificato della ricerca dei candidati.

E’ un problema che in questo caso, ha riguardato, con un po’ di confusione, la nostra coalizione. Un problema -ammette il leader di An- che in altre circostanze ha riguardato il centro sinistra. Ma e’ un problema, ha ragione Bossi, che rimanda in modo esplicito alla legge elettorale”.

Secondo Fini infatti ”con una legge elettorale a turno unico e’ chiaro che diventa piu’ affannosa la scelta del candidato che si considera vincente. Mentre il doppio turno consente una sorta di meccanismo preventivo di scelta da parte degli elettori.

Credo che da vicende come quella del Friuli debbano comunque rafforzarsi i sostenitori di regole ben definite, in modo che il nostro sistema bipolare sia codificato e abbia metodi ben precisi. E non sia quindi affidato solo ai rapporti di forza all’interno della coalizione”.

(10 MARZO 2003)

Ultimi interventi

Vedi tutti