Questo sito contribuisce alla audience di

Brescia: «Siamo pronti per governare anche la città»

Domani e lunedì al «President hotel» di Castelmella la conferenza regionale del partito La sfida di An: «Siamo pronti per governare anche la città» Ci sarà Gianfranco Fini: l’occasione per annunciare il candidato della Cdl

«Siamo pronti per governare». Alleanza nazionale non ha dubbi: l’esperienza in Provincia (alla maggioranza) e quella in consiglio comunale (all’opposizione) sono state un’ottima palestra. Ora An ha la certezza di essere pronta per governare la città. Lo hanno ribadito ieri mattina, nella conferenza stampa per la presentazione della conferenza regionale «Alleanza nazionale per la Lombardia» prevista per domani e lunedì, l’onorevole Stefano Saglia, il capogruppo in Broletto Leonardo Peli, il capogruppo in Loggia Andrea Arcai, Fabio Mandelli, in rappresentanza di Azione giovani e Mario Labolani, responsabile provinciale dell’organizzazione e presidente della Nona circoscrizione.

«Una amministrazione di centro-destra - ha ribatito l’onorevole Saglia - può significare relazioni più strette con il Governo e con la Regione. Non che il Governo abbia un atteggiamento diverso con le amministrazioni di centro sinistra, tanto più che tutti gli impegni presi con Brescia sono stati rispettati, ma ci sarebbe un legame più forte».

In merito alla conferenza regionale di An, che si concluderà lunedì alle 12 con l’intervento del vice presidente del Consiglio onorevole Gianfranco Fini, Saglia ha ribadito che «potrà essere l’occasione definitiva per la nomina del candidato sindaco. Per ora - ha continuato Saglia - non è compito di An annunciare il candidato della Casa delle libertà. La designazione di Viviana Beccalossi è un fatto concreto. Beccalossi sta, comunque, continuando a portare avanti i suoi impegni in Regione. Da oggi ha iniziato ad avere alcuni incontri riservati con politici e con personalità della società civile per verificare le sue istanze e le esigenze dei partiti e della società civile bresciana.

Le riserve di Viviana Beccalossi si scioglieranno - ha concluso Saglia - quando avrà verificato che la sua idea di città corrisponde a quella della Casa delle Libertà e che tutti i partiti della Casa delle Libertà sono della partita». Intanto il portavoce «azzurro», Sandro Bondi, commenta così le parole del Presidente federale della Lega, Stefano Stefani, secondo cui il Carroccio è pronto a presentarsi da solo al primo turno: «Tutta la coalizione sarà più coesa e più compatta - aggiunge Bondi - se in Friuli vincerà Alessandra Guerra, a Brescia magari un esponente di An e in altri centri candidati provenienti da altre forze alleate della Cdl». Insomma, Bondi esclude nettamente la possibilità che il centrodestra decida di presentarsi in ordine sparso al primo turno per fare il pieno dei voti: «Non è nemmeno un ipotesi e tantomeno - conclude Bondi - può essere un auspicio».

In attesa dell’ufficializzazione del candidato sindaco del centro destra An è pronta a scendere in campo. «Porteremo il contributo maturato nell’amministrazione provinciale - ha aggiunto Leonardo Peli -.

Abbiamo governato bene e questo è già un buon biglietto da visita». Sulla stessa lunghezza d’onda Andrea Arcai: «Abbiamo lavorato all’opposizione dimostrando di poter stare al governo della città: abbiamo presnetato più di 150 interpellanze, circa 30 mozioni e ordini del giorno e emendamenti ed alcuni sono anche stati accettati dalla maggioranza. Corsini avrebbe dovuto pensare ad amministrare meglio la città anzichè continuare a mettersi in mostra. Il sindaco non conosce il valore del silenzio».

La conferenza regionale si terrà al President Hotel di Castelmella.

Domani alle 10 i saluti e l’introduzione dell’on. Ignazio La Russa.

Alle 11 tavola rotonda su «Brescia protagonista del nuovo secolo» con Alberto Giacomelli, presidente del Collegio costruttori, Carmelo Scarcella, direttore generale Asl, Achille Fornasini, direttore Isfor 2000, Matteo Meroni, presidente sezione piccola industria Aib, Enrico Mattinzoli, presidente associazione artigiani, Roberto Marcelli, presidente Confcooperative, Mario Baldassarri, vice ministro Economia, on. Maurizio Gasparri, ministro per le Comunicazioni. Coordinano la tavola rotonda l’on. Stefano Saglia e Viviana Beccalossi.

Alle 14.30 tavola rotonda su «La Destra lombarda, An per la Lombardia» con Viviana Beccalossi, vice presidente regionale e assessore regionale all’Agricoltura, Massimo Corsaro, assessore regionale infrastrutture e mobilità, Carlo Borsani, assessore regionale alla Sanità, Romano La Russa, capogruppo in Regione Lombardia, Dario Vermi, vice presidnete Provincia di Milano e Corrado Ghirardelli, vice presidente Provincia di Brescia. Coordina l’on. Cristiana Muscardini, capogruppo An al Parlamento europeo.

Alle 16.30 nuova tavola rotonda su «Il Governo alla prova della Lombardia» con introduzione del senatore Franco Servello e la partecipazione dell’on. Adolfo Urso, vice ministro alle Attività produttive, on. Ugo Martinat, vice ministro Infrastrutture, senatore Riccardo De Corato, vice sindaco di Milano, sen. Alfredo Mantica, sottosegretario agli Esteri, Franco Tentorio, vice sindaco di Bergamo, on. Pietro Armani, presidente commissione Ambiente e lavori pubblici alla Camera. Alle 18 conclusioni dell’on. Mirko Tremaglia.

Lunedì alle 10 intervento del presidente Roberto Formigoni. Alle 10.30 una tavola rotonda su «Lombardia, locomotiva d’Europa» con Emilio Gnutti, presidente Hopa, Flavio Cattaneo, presidente Fiera di Milano, Giuseppe Guzzetti, presidente Fondazione Cariplo, Alessandro Azzi, presidente federaizone Bcc, presidente Unioncamere, il sociologo Renato Mannheimer. Alle 12, infine, conclusioni con l’onorevole Gianfranco Fini.

Wilma Petenzi

Ultimi interventi

Vedi tutti