Questo sito contribuisce alla audience di

Alla festa di An talk show politico con Vespa e Pera

Bruno Vespa che intervista il presidente del Senato, Marcello Pera. L'ennesima puntata del talk show politico «Porta a Porta»? No, si tratta dell'appuntamento di oggi pomeriggio (alle 18) della Festa Tricolore di Alleanza Nazionale. La seconda carica dello Stato sarà l'ospite d'onore nella Palazzina Liberty, all'interno del parco di Largo Marinai d'Italia, dove si sta svolgendo la festa milanese del partito guidato da Gianfranco Fini. Ad introdurre l'intervista di Vespa a Pera sarà il senatore Antonino Caruso. Grandi protagoniste della giornata odierna della festa di An saranno però le donne. Quelle del partito, capitanate dall'onorevole Daniela Santanché, e Letizia Moratti, attuale ministro dell'Istruzione. L'incontro con l'esponente del governo Berlusconi, in programma alle 21, è intitolato «La riforma della scuola è diventata realtà». Insiema alla Moratti animeranno il dibattito Paola Frassinetti, assessore provinciale all'Istruzione, e l'onorevole Giuseppe Valditara, responsabile scuola di An. I militanti di Azione Giovani (l'organizzazione giovanile del partito) esporranno per l'occasione uno lungo striscione con la scritta: «E ora... abolire il libro di testo obbligatorio». Donne al governo, ma non solo. Alle 11.30, infatti, avverrà la consegna del premio «Donna Protagonista». A presiedere la «giuria», l'onorevole «in tacchi a spillo» Daniela Santanché. Tra le premiate, la regista Ruth Shammah, la cantante Ornella Vanoni, la giornalista Maria Latella, l'avvocato Anna Maria Bernardini de Pace e Anita Ramelli, mamma di Sergio, il ragazzo iscritto al Fronte della Gioventù ucciso da alcuni estremisti di Avanguardia Operaia nel 1975. Seguirà il dibattito «in rosa» «Oltre le pari opportunità. W la differenza», a cui parteciperanno la giornalista del Corrriere della Sera Barbara Palombelli, il direttore del Giornale Maurizio Belpietro e il viceministro dell'Economia Mario Baldassarri. Il primo appuntamento, per le donne della destra, è previsto però per questa mattina, alle ore 10, quando le elette di An in parlamento, nelle regioni, nelle province e nei comuni si riuniranno per parlare delle loro attività istituzionali. Attesa anche Alessandra Mussolini. I ragazzi di Azione Giovani ieri, intanto, hanno comunicato l'esito di un mini-sondaggio svolto durante la festa sugli eroi della destra, i «disobbedienti per la patria», in contrapposizione all'eroe per antonomasia per i giovani di sinistra, Ernesto «Che» Guevara. «Dal sondaggio - spiega Carlo Fidanza, coordinatore nazionale di Azione Giovani - è emersa una chiara indicazione su due figure: Bobby Sands e Gabriele D'Annunzio. Il primo, il combattente nazionalista irlandese, lasciatosi morire di fame per protestare contro l'occupazione inglese; il secondo, il vate, l'esteta armata, che è divenuto simbolo di un'Italia ferita ma orgogliosa». di Massimiliano Mingoia

.tratto da Il Giorno 23.6.2003

Ultimi interventi

Vedi tutti