Questo sito contribuisce alla audience di

La presidente di An replica al senatore Franco Bevilacqua

La risposta di Maria Limardo «NON è certo rassegnando tardive dimissioni e invitando tutti gli altri esponenti della Cdl a fare altrettanto che si possono affrontare e risolvere i problemi della coalizione, tanto meno la carenza di risultato nel capoluogo può mai essere addossata al sindaco Elio Costa». Così la presidente provinciale di Alleanza nazionale Maria Limardo replica al senatore Franco Bevilacqua, le cui parole sono giudicate come «gratuite accuse peraltro scagliate da chi è rimasto volutamente lontano dal partito e dalle scelte operate e del tutto assente dalla campagna elettorale». Maria Limardo condivide invece «l'analisi relativa al raffronto tra il dato europeo ed amministrativo», ma precisa che la differenza è data dal fatto che mentre per le europee il partito si è presentato sotto «l'unico simbolo che gli elettori hanno chiaramente individuato», alle amministrative «la presenza di una lista ispirata e sostenuta da Franco Bevilacqua, per come di pubblico dominio, ha suscitato sconcerto e disorientamento fra gli iscritti e i simpatizzanti di Allenza nazionale. In definitiva - sostiene Maria Limardo - la formazione di quella lista, lungi dall'ampliare la base del consenso dei nostri candidati ha di fatto provocato una ridistribuzione degli stessi voti del partito, assottigliando il consenso dei nostri candidati». Maria Limardo coglie infine l'occasione per ringraziare Saverio Mancini, i presidenti di circolo e gli elettori di An.

,,

Ultimi interventi

Vedi tutti