Questo sito contribuisce alla audience di

GIOVANI E VOLONTARIATO INTERNAZIONALE - UNA CONFERENZA A PALAZZO

Martedì scorso, 18 gennaio, si è svolto a Roma, a Palazzo Marini, l'incontro "Il volontariato internazionale, risorsa per l'Italia", promosso dal vicepresidente del Consiglio comunale, Fabio Sabbatani Schiuma e del circolo di Alleanza Nazionale "Passione destra". Al dibattito sono intervenuti esponenti dell'associazionismo e delle organizzazioni non governative impegnate in attività all'estero insieme al Presidente della Regione Lazio, Francesco Storace, al coordinatore del Dipartimento Affari esteri di AN, Marco Zacchera e al commissario della Croce rossa italiana, Maurizio Scelli. "L'incontro ha avuto come oggetto, in primis, la messa a fuoco delle realtà di volontariato presenti sul territorio della Regione - ha spiegato Rita Mottola, del circolo promotore dell'evento - che svolge attività in uno specifico settore, quello internazionale. Si tratta di un ambito di azione che deve essere rafforzato e incoraggiato, in particolare cercando di fare in modo che siano i giovani ad accostarsi sempre più ad esso". Proprio con questo intento nei prossimi mesi verranno organizzate iniziative di informazione e coinvolgimento negli istituti scolastici, per sensibilizzare le nuove generazioni verso questo tipo di esperienze di solidarietà e aiuto concreto a popolazioni in difficoltà e spesso in situazioni al limite della sopravvivenza.

“Da un lato stiamo cercando di organizzare una rete di volontari rientrati in Italia - ha spiegato Mottola a Italian Network - che possano mettere a disposizione le loro attività e la loro esperienza per innescare dinamiche di sviluppo del raggio d’azione e delle risorse del volontariato internazionale”.
Volontariato visto insomma come una scelta di servizio e di vita, come unica vera risorsa per il raggiungimento di un modello di vita più equo e sostenibile.
“Dall’altro - ha proseguito Mottola - ricordiamo come questo tipo di intervento possa essere utile per tamponare le prime necessità di una situazione di emergenza, ma anche come sia necessaria la presenza di figure professionalmente qualificate per fare in modo che l’azione intrapresa possa concretizzarsi in un’opera permanente, in cogestione con chi risiede nel luogo”.

Il volontariato, dunque, come modalità di intervento progettato con cura, mirato e centrato sulle realtà locali in cui si inserisce, affinchè possa contribuire allo sviluppo delle stesse.

“La Regione Lazio si farà promotrice di eventi e iniziative utili a far avvicinare i giovani a questo tipo di attività - conclude Rita Mottola - con proposte come quella presentata da Marco Zacchera che prevede l’introduzione di un periodo di servizio civile obbligatorio, dopo la fine del servizio di leva. Questo progetto sarebbe indirizzato non solo al coinvolgimento attivo dei giovani in attività di carattere socio-assistenziale, come l’aiuto agli indigenti o agli emarginati, ma anche nel senso della tutela e della salvaguardia dei beni ambientali e del patrimonio culturale in genere”.

Ultimi interventi

Vedi tutti