Questo sito contribuisce alla audience di

Napoli 2 FEBBRAIO '05 "Foibe io accuso"

IL 2 FEBBRAIO '05 MERCOLEDI' LA PRESENTAZIONE ALLA "SALA OLIVER" - "FOIBE IO ACCUSO", RACCONTO DI UNA SOPRAVVISSUTA Una pagina di storia, tra le tante ignorate, d'una tragedia per troppo tempo rimossa ( Diecimila vittime e trecentocinquantamila profughi )

=======================================================================================================
AZIMUT* ( Ufficio Stampa * ) - NAPOLI, 30 GENN. - Una sopravvissuta istriana al dramma delle foibe trascina in tribunale l’assassino di suo padre.E’ il tema di “Foibe, io accuso”, il libro scritto da Nidia Cernecca, edito dalla casa editrice napoletana “Controcorrente” che mercoledì sarà presentato a Napoli, a cura dell’associazione “Azimut”, alle ore 17,30 presso la “Sala Oliver” di via P. Del Torto n.1 ( ex 2^ traversa Domenico Fontana ), al quartiere Arenella, nei pressi della stazione metropolitana collinare del “Rione Alto”. Al dibattito, moderato dal giornalista Vincenzo Nardiello, oltre all’autrice del volume, interverranno il ricercatore e storico Luigi D’Agostini, il giornalista Armando De Simone e il direttore della rivista “Storia Libera” don Beniamino Di Martino.
La presentazione del volume cade a pochi giorni dal 10 febbraio, che il Parlamento Italiano ha elevato a “Giorno del Ricordo” dei martiri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Sarà un’occasione per una riflessione fuori dagli schemi sulle vicende del confine orientale che, dopo il secondo conflitto mondiale, videro la persecuzione e la diaspora di istriani, fiumani e dalmati. ——- ( tratto dalla “rassegna stampa” 30.01.’05 ) ——- FINE INTERVENTO ——-

Ultimi interventi

Vedi tutti