Questo sito contribuisce alla audience di

Piemonte:REGIONALI-Esposto An per esclusione Alternativa Sociale

da Giornale la Voce [01 Jan 70 01:00 by Redazione] Alleanza Nazionale presenterà domani istanza in Tribunale chiedendo l' esclusione delle liste di Alternativa Sociale dalla provincia di Torino. Lo ha annunciato oggi il presidente provinciale Agostino Ghiglia. A sua volta anche As presenterà un esposto di denuncia contro An. "Ci sono centinaia di firme fasulle - sostiene Ghiglia - e queste irregolarità appaiono già a un controllo superficiale, ci auguriamo quindi che la magistratura voglia procedere ai controlli che porteranno all' esclusione dal Piemonte di Alternativa Sociale, che non è altro che una lista civetta della candidata del centrosinistra Mercedes Bresso".






[01 Jan 70 01:00 by Redazione]
Alleanza Nazionale presenterà domani istanza in Tribunale chiedendo l’ esclusione delle liste di Alternativa Sociale dalla provincia di Torino. Lo ha annunciato oggi il presidente provinciale Agostino Ghiglia. A sua volta anche As presenterà un esposto di denuncia contro An. “Ci sono centinaia di firme fasulle - sostiene Ghiglia - e queste irregolarità appaiono già a un controllo superficiale, ci auguriamo quindi che la magistratura voglia procedere ai controlli che porteranno all’ esclusione dal Piemonte di Alternativa Sociale, che non è altro che una lista civetta della candidata del centrosinistra Mercedes Bresso”. Nei giorni scorsi lo stesso Ghiglia e il viceministro Ugo Martinat, coordinatore regionale di An, avevano denunciato le presunte irregolarità, citando il caso di un ex consigliere comunale di Alleanza nazionale, la cui firma per la presentazione di Alternativa sociale sarebbe stata autenticata quattro giorni dopo la sua morte. All’iniziativa di An risponde Alternativa Sociale: “i badogliani - sostiene il coordinatore cittadino Stefano Saija - hanno fatto una gravissima violazione della privacy, contattando i nostri sottoscrittori, per sapere se avessero firmato o meno; inoltre - afferma ancora Saija - alcuni sottoscrittori sono stati apertamente minacciati. Attendiamo, infine, una risposta dalla Corte d’ Appello per potere accedere anche noi alla visione di tutte le liste e in particolare di quella di An, della quale chiediamo fin da ora formalmente alle autorità competenti una verifica firma per firma”.

Ultimi interventi

Vedi tutti