Questo sito contribuisce alla audience di

TRASTEVERE, IL CUORE MALATO DI ROMA

AN: “ANCHE AL CENTRO, LA CITTA' E' ABBANDONATA A SE STESSA” “Il Sindaco di Roma e il Presidente del Municipio dovrebbero smetterla di fare orecchie da mercante e dovrebbero cominciare ad affrontare veramente i problemi della cittadinanza, invece di continuare a fare falsa propaganda”, lo dichiara Fabrizio SANTORI, consigliere per Alleanza Nazionale in XVI Municipio. “Alla mala amministrazione si sommano l’indifferenza e la disperazione degli emarginati, ma a pagare poi sono solo i cittadini, che a Roma non possono più scendere in strada tranquilli E’ il caso della zona intorno a Largo Ettore Rolli nelle giornate in cui si tiene lo storico mercato di Porta Portese. I nomadi e gli immigrati clandestini mettono le loro bancarelle abusive, e poi quando i vigili intervengono, non fanno altro che spostarsi in blocco all’angolo tra via Panfilo Castaldi n. 1 e via Portuense tra i nn. 145 153, beffandosi dell’autorità e certi di restare impuniti grazie alle coperture politiche e sociali garantite loro dalla Giunta Veltroni”. “I cittadini sono infuriati, perché davanti alle loro case e soprattutto nel mercato rionale di via Portuense si consuma, alla faccia dell’igiene pubblica, uno spettacolo fatto di degrado e sporcizia che si prolunga almeno fino a metà settimana: urina, feci e acqua putrida ristagnante. Questi personaggi, infatti, oltre ad occupare abusivamente il suolo ostacolando il passaggio ai pedoni, sporcano senza riguardi la strada e quando si allontanano lasciano gli avanzi del loro commercio, stracci, materiale di scarto, rifiuti vari prodotti durante la giornata. E l’Ama non passa, sostenendo che la zona non è di sua competenza. E così grazie alla politica di Veltroni che risultato otteniamo? Che questa parte di Trastevere, L.go Ettore Rolli, via Castaldi e via Portuense dal numero 145 al 153, oltre naturalmente all’ecodiscarica del Parco Ghetanaccio, è ormai erosa dal degrado ambientale e umano.” “Per prima cosa, conclude SANTORI, chiederemo immediate spiegazioni all’AMA sul suo mancato intervento nella zona, chiediamo, per l’ennesima volta, un cambio di rotta della politica della “sinistra connivente”, la quale, per controllare pochi voti, condanna al degrado un’intera città. E promettiamo che ci batteremo in tutte le sedi politiche e giudiziarie, per ottenere finalmente un po’ di rispetto per i romani.”

LA LETTERA DEI RESIDENTI DI PORTA PORTESE

I zingari la domenica a Porta Portese e gli abitanti di via Panfilo Castaldi e via Portuense n. 145 e n. 153 .

Tutte le domeniche e’ una guerra , dopo l’ultima riduzione di banchi a Porta Portese,
con la liberazione, dai zingari, delle strade, dei marciapiedi, della piazza e del giardinetto a
via Ettore Rolli , questi signori una cinquantina di persone, con i loro bustoni pieni di stracci
raccolti nei cassonetti , stazionano all’angolo tra via Panfilo Castaldi n. 1 e via Portuense n. 145 e n. 153. Possibile che una cinquantina di persone debbano tenere in scacco 50 vigili che non fanno altro che scacciarli da una parte, per vederseli riapparire da un’altra ?
Appena verso le ore dodici i vigili urbani , che fino a quel momento, li hanno tenuti a bada, vanno via , riversano in mezzo alla strada e davanti a portoni dei palazzi fino ad ostruirne il passaggio , tutti i loro stracci e porcherie varie occupando anche tutta la sede stradale ed i marciapiedi ; alla fine, abbandonando tutti questi stracci in mezzo alla strada e davanti ai portoni se ne vanno. A quel punto arrivano quelli dell’ AMA spa per la pulizia del mercato e uno si aspetta la rimozione ti tutta quella sporcizia lasciata davanti ai portoni di casa e sulla strada dove passano le macchine; invece l’ AMA se ne guarda bene dal ripulire quei trenta metri di strada; da noi contattati, loro sostengono che per contratto loro debbono pulire solo via Panfilo Castaldi che rientra come sede di mercato, via Portuense 145 , 153 invece non rientra nelle loro competenze. E’ il comune che deve inserire nella pulizia anche via Portuense n. 145 e n.153.
Cosi noi , tutte le domeniche siamo sommersi dalla sporcizia, dalle quindici del pomeriggio fino al lunedì alla stessa ora; quando siccome via Portuense e’ sede di mercato viene fatta la pulizia del mercato. Ora io mi chiedo; Come si puo’ far aprire un mercato in quelle condizioni igieniche ma dove sono i controlli ? Ma come e’ possibile far aprire i banchi del mercato, quando la domenica diventano orinatoi pubblici, alla faccia dell’igiene !!!
Dietro e sotto quei banchi ristagna acqua putrida e orina , perche’ nessuno interviene mai ?
Non parliamo poi del piccolo parco Ghetanaccio , sempre pieno di sporcizia specialmente la
Domenica, dopo Porta Portese ed anche questo nessuno lo pulisce fino al lunedì e spesso nemmeno viene pulito…Possibile che noi non possiamo portarci mai i nostri bimbi perche’ e’ sempre occupato da una famigliola di zingari ? Noi chiediamo che questa situazione vergognosa venga risolta una volta per tutte perche’ cio’ non e’ piu’ sopportabile..

E per fortuna che siamo a Trastevere il cuore di Roma…..

Cordiali saluti

gli abitanti di via Panfilo Castaldi ,
di via Portuense .n. 145- n. 153.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati