Questo sito contribuisce alla audience di

Turco, sarà elevato il limite di cannabis

dal Sole24 ore - Turco, sarà elevato il limite di cannabis per uso personale di Nicoletta Cottone Droga, indietro tutta: i ministri della Salute Livia Turco e della Solidarietà sociale Paolo Ferrero hanno annunciato una revisione delle tabelle della legge Fini-Giovanardi.





banner(’www.ilsole24ore.it/05/sole4/attualita_esteri’,'HalfPage’, ”, ”);

Più tolleranza, dunque, per i consumi di cannabis: si passerebbe dai 23 spinelli per uso personale al raddoppio. L’attuale confine tra consumo e spaccio è di 500 milligrammi di principio attivo di cannabis (Thc).

L’annuncio è secco. «È indispensabile - sottolinea il ministro Livia Turco - modificare radicalmente la legge Fini-Giovanardi sulla droga». Il ministro Ferrero ha annunciato che si sta lavorando anche a un provvedimento complessivo che ripristini la distinzione fra droghe leggere e pesanti, ridisegni i contenuti della legge in vigore e blocchi gli effetti delle tabelle. «Non si può equiparare il consumo e il possesso di cannabis - dice il ministro Turco - all’uso e al possesso di droghe pesanti. Fermo restando che è indispensabile un intervento radicale per modificare alcuni aspetti della legge del Polo, alcuni correttivi possono essere operati subito, sul piano amministrativo». Il ministro Turco sottolinea che «parlare di droghe al singolare fa danni enormi soprattutto ai giovani ai quali viene trasmesso il messaggio che la cocaina e la cannabis sono uguali».

La modifica della legge, però, non si annuncia facile. Se da una parte il Polo insorge in difesa della legge («Quella della Turco - dice Giovanardi - è una campagna menzognera e diseducativa, il Governo Prodi venga a confrontarsi in Parlamento»), dall’altra anche nella maggioranza ci sono voci dissenzienti, come quella dei cattolici della Margherita. Entusiasti, invece, i ministri Giovanna Melandri, al vertice del dicastero per le Politiche giovanili e Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei valori e ministro per le Infrastrutture. Anche don Mazzi si scaglia contro la proposta Turco, definendola «una perdita di tempo».

A Palazzo Madama è arrivata anche una mozione dei senatori di Alleanza nazionale Alfredo Mantovano, Altero Matteoli e Francesco Storace, che chiede un impegno al Governo al rispetto della legge sulla droga.

Ultimi interventi

Vedi tutti