Questo sito contribuisce alla audience di

L'opposizione subito all'attacco del Bilancio

tratto da Provincialatina.tv - La nota del capogruppo di An L'opposizione subito all'attacco del Bilancio Roma (27/12/2006) - La Finanziaria regionale 2007 è stata subito attaccata dalla minoranza di centrodestra. Tra i primi a diramare una dura nota di contestazione è stato il capogruppo regionale di Alleanza nazionale, Antonio Cicchetti. "Si è conclusa una affannosa legge di bilancio che partorisce provvedimenti contraddittori e inadeguati rispetto alle aspettative che suscita", ha dichiarato Cicchetti, "Mentre si eccita l'ottimismo negli amministrati si predispongono strumenti inadeguati all'obiettivo: una sorta di libro Cuore privo di concretezza ed efficacia. Le battaglie condotte da An in questi giorni sono state tese a garantire la sanatoria a coloro che hanno dovuto occupare una casa popolare in una città che, come la Capitale d'Italia, vive all'insegna della tensione abitativa e sotto una Giunta comunale che predilige gli interessi della grande impresa edile rispetto ai bisogni della povera gente.

A quest’ultima sarà consentito, nonostante le spaccature all’interno del centrosinistra, di sanare giuridicamente l’occupazione avvenuta entro il 20 novembre di quest’anno”. Un altro capitolo verso cui è stato portato l’attacco è quello rigurdante l’assistenza sanitaria. “Sulla sanità - precisa Cicchetti - che assorbe circa il 70 per cento del Bilancio regionale, si è giunti ad una chiarificazione che, di fronte alle analisi sempre più approfondite dell’advisor nominato dal ministero, ha costretto Marrazzo a rinfoderare la spada della polemica bugiarda, a usare toni molto più pacati e a imporre alla sua maggioranza l’approvazione di un ordine del giorno proposto da An e chiarificatore dell’origine più che decennale delle vistose spese in materia di sanità, in particolare su crediti che venivano considerati come debiti e su una parte del disavanzo presumibilmente inesistente”. Soddisfazione perché “a riprova del mutato atteggiamento - aggiunge Cicchetti - la maggioranza ha accettato di nominare una commissione consiliare d’indagine presieduta dall’opposizione con lo scopo di individuare con esattezza le varie epoche della formazione del cospicuo debito. Un risultato che rende giustizia al lavoro del presidente Storace, che in epoca economicamente difficile aprì tre ospedali d’avanguardia a Roma, mentre l’attuale maggioranza, senza dotare la città di nuove strutture, è riuscita a sforare, nel 2005 e 2006, il tetto di spesa da essa stessa preventivato, naturalmente tutto nel nome del rigore”, ha concluso il Capogruppo di An.

Ultimi interventi

Vedi tutti