Questo sito contribuisce alla audience di

PRIMA FESTA REGIONALE DEL CACCIATORE A MONTEBELLO VICENTINO IL 2

.....Si terrà presso gli spazi adiacenti ai campi di tiro a volo di Montebello Vicentino (VI) la prima Festa regionale del cacciatore, organizzata nei giorni 28-29 e 30 aprile p.v. dall’Associazione Cacciatori Veneti – CONFAVI. La manifestazione, patrocinata dal Parlamento europeo, dalla Regione del Veneto e dalla Provincia di Vicenza, verrà inaugurata alle ore 10 di sabato 28 aprile alla presenza delle numerose autorità che hanno già dato conferma della loro partecipazione. ...............

PRIMA FESTA REGIONALE DEL CACCIATORE A MONTEBELLO VICENTINO IL 28-29-30 PRILE 2007

Vicenza, lì 24 Aprile 2007

Si terrà presso gli spazi adiacenti ai campi di tiro a volo di Montebello Vicentino (VI) la prima Festa regionale del cacciatore, organizzata nei giorni 28-29 e 30 aprile p.v. dall’Associazione Cacciatori Veneti – CONFAVI.

La manifestazione, patrocinata dal Parlamento europeo, dalla Regione del Veneto e dalla Provincia di Vicenza, verrà inaugurata alle ore 10 di sabato 28 aprile alla presenza delle numerose autorità che hanno già dato conferma della loro partecipazione.

La caccia è una parte importante della nostra storia, della nostra cultura e delle nostre tradizioni – ha affermato l’on. Sergio Berlato – riteniamo quindi che le istituzioni debbano fare la loro parte per salvaguardare e promuovere tutte quelle attività che ruotano attorno all’attività venatoria, salvaguardando con esse antiche tradizioni che sentiamo il dovere di tramandare alle future generazioni.-

- La Regione del Veneto è sempre stata attenta nella difesa delle tradizioni popolari- ha aggiunto l’Assessore regionale Donazzan – ed è per questo che, con entusiasmo abbiamo deciso di patrocinare questa importante manifestazione.

Reduce dal successo dell’imponente manifestazione dei cacciatori di Roma del primo settembre 2006, bissato dall’ottima riuscita di Hunting Show, la fiera sulla caccia che ha registrato un ottima presenza di pubblico, la Presidente nazionale della CONFAVI Maria Cristina Caretta si mostra fiduciosa sulla riuscita della Festa del cacciatore di fine aprile prossimo. – Sentiamo provenire da tutte le province della Regione un forte interesse verso questa festa del cacciatore di fine aprile – ha affermato con entusiasmo la Presidente della seconda organizzazione venatoria per numero di associati a livello nazionale.- Abbiamo motivo di ritenere che l’affluenza di visitatori sarà notevole, evenienza alla quale la nostra organizzazione ha già dimostrato di saper rispondere in modo più che adeguato.-

Valter Gasparotto ed Umberto Venturini, presidenti regionale e provinciale dell’Associazione Cacciatori Veneti - CONFAVI, confermano che la macchina organizzativa è già pronta per accogliere i visitatori ed i nuclei familiari che convergeranno alla Festa del cacciatore. – Abbiamo pensato ad accogliere non solo i cacciatori ed i tiratori che convergeranno a Montebello Vicentino la settimana ventura - hanno assicurato i presidenti ACV – ma anche i loro familiari, siano essi adulti o bambini, per i quali abbiamo organizzato un servizio di ricezione di tutto rispetto.-

Durante i tre giorni di Festa, si susseguiranno tutta una serie di iniziative di sicuro interesse.

Presso i campi di tiro a volo si potranno cimentare sia gli appassionati di tiro al piattello, fossa e percorso caccia, che coloro che prediligono il tiro alla sagoma fissa e mobile. Un divertente tiro al bersaglio con armi ad aria compressa è stato predisposto per il i giovani e le signore, mentre uno stand per il tiro con la fionda è stato allestito per la gioia dei più piccoli.

Alle 19 di sabato si terrà la “ Messa del cacciatore “, anche per ringraziare il Buon Dio della fortuna che è stata riservata agli appassionati dell’ “arte venatoria”, consistente nel “ saper vedere ciò che altri non sanno vedere e saper sentire ciò che altri non sanno sentire”.

Partendo dal presupposto che nel mondo venatorio vige il detto che “ se lo spirito soffre, il corpo non ne deve risentire “, nel corso delle tre giornate sarà sempre attivo un ricco stand gastronomico presso il quale i visitatori potranno degustare specialità venete come il risotto al tastasal, bigoli al ragù, toro allo spiedo, grigliata mista con polenta, salumi nostrani e patatine fritte a volontà.

Non mancherà l’esibizione dei “Trombini della Lessinia” antiche armi da fuoco delle dimensioni di un pistola gigante, usate nel secolo scorso come armi da guerra ma trasformate ben presto in innocui strumenti di “fragorosa esibizione”.

Per gli amanti della falconeria l’organizzazione della manifestazione ha previsto la presenza dei falchi ammaestrati che si esibiranno nelle loro entusiasmanti acrobazie sopra l’area della festa.

Gli sbandieratori di Montagnana intratterranno gli ospiti con il roteare delle loro variopinte bandiere, scandito dai suggestivi suoni di tromba e di tamburo.

Per coinvolgere le rappresentanti del gentil sesso, gli organizzatori di questa accattivante manifestazione hanno organizzato la “gara del dolce più buono” e della “ricetta più originale” per la delizia del palato dei giudici di gara e di coloro che vorranno assaggiare il frutto del lavoro delle concorrenti.

Non mancherà neppure la “stima della pezza di formaggio”, la “stima della mortadella”, la “gara del chiodo” e del “ferro di cavallo”.

Esperti “chioccolatori” si cimenteranno nella riproduzione dei canti degli uccelli con i tradizionali “chioccoli”, richiami metallici a fiato tradizionalmente usati nell’attività venatoria.

Durante la “tre giorni” sono state organizzate le serate danzanti, allietate dalla musica di due diverse orchestre di liscio tra le più conosciute nella regione.

Nella giornata di lunedì si esibirà Renato Lamera, campione del mondo di tiro a volo dinamico, conosciuto per la sua bravura nel colpire, in rapida successione, fino a dieci piattelli lanciati in aria contemporaneamente da lui stesso, disintegrandoli con il suo fucile semiautomatico.

Per allietare gli occhi dei “cacciatori senza licenza” è stato organizzato un piacevole concorso di “Miss Diana” che vedrà sfilare le bellezze locali in una competizione che vedrà eletta la Reginetta nella serata di lunedì 30.

Nella serata di lunedì 30 aprile si concluderà la festa con uno strepitoso spettacolo pirotecnico.

Visita il sito web:

www.sergioberlato.it

Ultimi interventi

Vedi tutti