Questo sito contribuisce alla audience di

Michael Franti & Spearhead

Giovedì 13 novembre 2003 - in concerto (a cura de Le Nozze di Figaro) - Ingresso € 15

Spirito battagliero, Michael Franti propone un live dai contenuti forti e dal messaggio inequivocabile. Fedele all’antimilitarismo, alla pace, alla collaborazione tra i popoli, l’ex Disposable Heroes of Hiphoprisy torna a calcare le scene fiorentine accompagnato dai fedelissimi Spearhead per la presentazione dell’ultima fatica discografica, ‘Everyone deserves music’ (Labels/EMI): un album che unisce l’impegno politico con la gioia del ritmo e la dolcezza delle melodie.

Gli esordi di Michael Franti si perdono nei tardi anni ottanta, quando con il collettivo Beatnigs mixava elementi punk con musica industriale. Accompagnato dal socio Rono Tse fonda, nel 1990, i Disposable Heroes of Hiphoprisy con cui ottiene i primi riconoscimenti internazionali. Caratterizzati da un costante impegno sociale e politico la crew di San Francisco ha nel rap l’elemento centrale delle sue produzioni in cui si inseriscono dei tappeti sonori che richiamano tanto all’industrial quanto alla break music.
Nel 1992 esce “Hiphoprisy the greatest luxury”, album di esordio del gruppo. Nel disco è contenuta l’underground- hit “Television is a drug of the nation” che diventa immediatamente il loro manifesto politico.
Tra le collaborazioni dei Disposable ricordiamo il disco con il poeta principe della beat-generation William Burroughs.

Nel 1993 Franti organizza il progetto Spearhead con cui si riappropria della tradizionale suono black: funky, soul, ragga oltre alle immancabili liriche rap.

Di seguito un breve estratto della lettera che Franti ha deciso di accompagnare al nuovo Cd ‘Everyone deserves music’: “Caro Mondo, possiamo bombardare il pianeta e ridurlo in pezzi, ma non siamo ancora in grado di bombardarlo di pace. Qualsiasi bomba è terrorismo, non importa chi la lancia. Ricordo il dolore nei nostri cuori dopo gli attacchi alle torri gemelle e non posso immaginare il dolore di chi a Baghdad, nel nome del petrolio, è stato devastato da una violenza più grande di quella usata a New York, in Pennsylvania e a Washinghton. Sono in lutto per tutte le perdite umane. Fermiamo l’eccidio, potere alla pace”.

Inizio spettacoli ore 22 salvo diversa indicazione. Prevendite abituali - info Tenax: www.tenax.org tel. 055308160