Questo sito contribuisce alla audience di

Dennis Fantina attacca Maria De Filippi:" Per la serata speciale di Torino non ci ha nemmeno considerati!"

Il sito di Libero.it ha intervistato Dennis Fantina che attacca Amici e Maria De Filippi.

Dennis Fantina

Giorni fa parlavamo di “cavalcare l’onda Amici“, con alcuni ex concorrenti che hanno recentemente inciso il loro album (Eleonora Crupi e Maddalena Sorrentino). Ma c’è chi, per cavalcare l’onda, ha deciso di rilasciare un’intervista al vetriolo nei confronti della trasmissione che l’ha lanciato: Dennis Fantina, vincitore della prima edizione di Amici (allora si chiamava “Saranno Famosi“) ha così attaccato Amici e Maria De Filippi dalle pagine del sito Libero.it.

Sotto tutta l’intervista. Cosa ne pensate? Aspetto i vostri commenti.

Cos’è successo alla tua vita dopo Amici? Da quando si sono spenti i riflettori a oggi

Facciamo subito una puntualizzazione. Io con Amici non ho niente a che fare.

In che senso?

Io ho fatto Saranno Famosi. Certo, era il primo nome di Amici, poi è solo cambiata l’etichetta ma il programma è quello
Eh ma io te la voglio fare questa puntualizzazione proprio adesso che siamo in fase vena rabbiosa.

Chi è che ha la vena rabbiosa?

Io. Perché Maria il 16 maggio ha registrato a Torino Amici, la sfida dei talenti dove né io né nessun altro della prima edizione (e sono proprio loro a chiamarla prima edizione) è stato invitato (la puntata andrà in onda il 16 giugno su Canale 5, ndr.). Non siamo proprio stati presi in considerazione. Quindi io non mi sento proprio parte facente di Amici. Perché in otto anni di trasmissioni nessuno di noi della prima edizione è mai stato contattato per qualche serata. E in occasione di questa puntata speciale mi sembrava giusto, anzi onesto, che fossimo i primi a essere convocati. Mi fa un po’ strano.

E come te lo spieghi questo atteggiamento? Magari c’è un motivo tecnico, legale legato al nome della trasmissione…

Nessuno ci ha mai chiamati per spiegarcelo. Semplicemente ci hanno etichettati come non Amici, Quindi io dico, ho fatto Saranno Famosi e non Amici che non è più un talent show ma un reality show, che va in onda su Canale 5 mentre noi eravamo su Italia 1, che è condotto da Maria De Filippi mentre al mio show c’era Daniele Bossari e solo dopo è arrivata Maria. Proprio un’altra cosa.

Perché dici che Amici non è più un talent show?

Dico che è un reality perché loro stanno sotto l’occhio delle telecamere 24 ore su 24. Noi invece andavamo lì, registravamo le ore di lezione e poi tornavamo in albergo. Sono proprio due programmi differenti. Noi poi studiavamo tutte le materie, loro invece si presentano solo per ballo o canto. Poi non so bene perché non lo seguo.

Quindi tu non compri i dischi di Marco Carta?

No, direi di no.

Come mai?

Se compro dei dischi… Va beh, non me lo far dire. Non te lo dico perché poi posso sembrare invidioso. Diciamo solo che non ascolto quel tipo di musica.

Allora i dischi di Alessandra Amoroso?

No.

Stesso genere di musica, che non ascolti?

Non mettermi a paragone con loro solo perché ho fatto un programma simile al loro. Chiederesti mai a Giusy Ferreri se si compra il disco di quello che ha vinto X-Factor quest’anno?

Perché no. È sempre pop

Sì ma è un discorso troppo lungo.

Allora parliamo di Di Più. Qualche mese fa il settimanale ha pubblicato un’intervista in cui dicevi che eri tornato a fare l’operaio.(ne avevamo parlato anche noi ndr) Poi tu hai smentito. La verità?

non raccontavo di essere tornato a lavorare in fabbrica. Ho semplicemente detto che se un domani non dovessi più fare questo lavoro, non avrei problemi a tornare a fare il lavoro che facevo prima. Lavorare al bar, fare il cameriere o tornare in fabbrica. Poi nell’articolo questo si diceva. Semplicemente è stato cambiato il titolo che è diventato “Io, Dennis torno a lavorare in fabbrica” cosa che non ho detto.

Quindi da quando si sono spenti i riflettori di Italia Uno tu sei sempre riuscito a vivere di musica?

Dal 2004 al dicembre 2008 ho condotto un programma televisivo su VideoItalia. Poi ho firmato un contratto con un manager per partire in tour ad aprile. Quindi sono stato fermo tre mesi. L’intervista è stata fatta prima di questa firma e fino a che non è tutto scritto sul contratto non ne puoi parlare. Sai, io sono anche in parola per un musical, che dovrebbe partire ad ottobre se non sbaglio, ma non ho ancora firmato e quindi non lo do per certo.

Raccontami di che cosa farai in questo tour

Ti dico i posti che tocchiamo: Matera dove ho cantato con Monica Hill, Calabria, Chieti, Salerno, Roma, Caserta… Ieri ho cantato alla manifestazione che ha preceduto il gay pride a Genova. Poi Cosenza, Campobasso…

Che tipo di spettacolo vengono a vedere i tuoi fan?

Più di un tipo. Ovviamente canto le canzoni dei miei tre dischi, le più famose, quelle che mi hanno portato al disco d’oro, oltre 40mila copie vendute. Ci sono anche delle cover che ho registrato nell’album di Saranno Famosi, altre a cui sono legato. Un mix. È uno spettacolo, non solo un concerto, c’è molto dialogo, interazione col pubblico. Vado anche a spiegare tutto quello che mi è successo in questi 8 anni di popolarità, tra virgolette.

Se dovessi tornare in tv cosa vorresti fare?

Non saprei, perché non c’è tanto spazio in televisione oggi per la musica. Siccome ho fatto il conduttore per 4 anni e mezzo ti potrei dire che vorrei condurre. Ma prendila con le pinze questa affermazione perché non mi metto certo al pari di Bonolis o Conti. Potrei condurre una cosa tipo (ma molto tipo eh, lo dico con modestia) Sarabanda. Papi però è uno bravissimo e non posso certo competere.

E se ti capitasse di incontrare Maria De Filippi per strada cosa le diresti?

Probabilmente lei cambierebbe strada.

Addirittura?

Non lo so, ipotizzo. Visto che ho provato più volte a contattarla ma con grosse difficoltà, non so per quale motivo. Sai, io non sono Marco Carta, non ho il numero diretto di Maria. Non sono così importante come lui. Ho difficoltà a parlarle, ci ho provato.

Ma c’è stato qualche screzio?

No, non credo. Si comporta così con tutti quelli della prima edizione a quanto ne so, che da parte sua è stata proprio dimenticata. Fortunatamente dal grande pubblico no e te lo dimostra il fatto che la gente è molto più legata a noi e a quelli della seconda edizione che ai ragazzi di oggi. Infatti alla serata di cui ti parlavo prima ha vinto Anbeta, mica Alessandra che ha vinto appena due mesi fa o il suo fidanzato, quello coi capelli lunghi. Guarda caso in 8 edizioni vince Anbeta che fa parte degli storici… E questo è importante.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • CARTINA

    10 Aug 2009 - 17:36 - #1
    0 punti
    Up Down

    mha che antipatiko!

Le categorie della guida