Questo sito contribuisce alla audience di

Marco Gandolfi Vannini da attore di Amici ad un film con Sofia Coppola

L'ex attore di Amici 4 intervistato dal sito Tgcom.

marco gandolfi vannini attore amici

Ha fatto l’attore nella quarta edizione di Amici (dall’anno prossimo la categoria sarà abolita), arrivato al serale si era fatto conoscere sopratutto per il suo modo di fare: sicuro, deciso e delle volte un pò arrogante. Ma il ragazzo ha fatto strada, così come ha raccontato lui stesso al sito di Tgcom.

Stiamo parlando di Marco Gandolfi Vannini, professione attore, scritturato per il film “Somewhere” di Sofia Coppola ( figlia del regista italoamericano Francis Ford Coppola). Insomma un bel riconoscimento.

Tgcom l’ha intervistato, e noi come sempre vi riportiamo le sue dichiarazioni senza tagli. Buona lettura.

Diciamo la verità, non eri tra i più simpatici dentro “Amici”. Cosa non rifaresti?

(Ci pensa diversi secondi, ndr) Ero il più grande del gruppo, ad un certo punto chi più urlava era più forte. Si era creato il personaggio insomma, anche grazie alla mano degli autori. Ma a me è andata bene lo stesso così. Sono soddisfatto di come sono andate le cose, però se avessi potuto dare un consiglio a me stesso…

Cosa?

E’ chiaro che in quel contesto, come quello televisivo, si è più concentrati sull’agonismo e poco ai ragionamenti. Purtroppo mi ci sono trovato in mezzo e non lo nego, mi sono arrabbiato anche con me stesso. Così è venuta fuori la mia anima combattiva.

Nel 2005 ti definivi “Un sognatore con i piedi per terra e il sole dentro”. Sei ancora così?

Assolutamente sì, anzi all’ennesima potenza! Oggi sono più forte grazie ai viaggi, ai sacrifici, alle giornate intere passate a scrivere, al ballo, alle grandi sconfitte e all’operazione alle corde vocali che mi ha costretto al silenzio per due mesi. Insomma ho una grande forza interiore.

Da dove nasce?

Me la dà il pubblico. Noi artisti abbiamo il grande privilegio di comunicare la verità vera e la sostanza dell’essere umano. La vita è ricchissima di emozioni e dobbiamo imparare a tradurle e comunicarle al nostro pubblico.

Da alcuni scatti in Rete, in cui vieni ritratto seminudo, sembra che tu sia molto consapevole del tuo corpo…

Ma io sono un fanatico allucinante! E sono ciò che un tamarro dovrebbe essere. Se vedi uno con lo stivaletto e il foulard, ecco quello sono io. Il tamarro dopotutto è sempre di moda (ride, ndr). Scherzi a parte, faccio molti sacrifici e mi alleno spesso. Per me avere un corpo in forma è fondamentale. Ho vissuto delle esperienze brutte…

Puoi raccontarcele?

Una mia ex aveva dei disturbi alimentari. Abbiamo sconfitto questo male ma con tanto amore, dedizione e una lunga ricerca interiore. Non sopporto chi dice che la forma fisica non è importante! Invece l’educazione alimentare e lo sport insegnano tantissimo. La sensazione di sentirsi in forma è impagabile e mentalmente ti permette di affrontare qualsiasi cosa.

Hai ancora un sogno, un obiettivo da concretizzare?

Mio nonno mi diceva che gli obbiettivi rappresentano le chiavi di tutte le cose belle. Fortunatamente con ‘Amici’ mi sono fatto conoscere e poi ho coronato il sogno di esibirmi, con il musical “Footloose”, nello stesso teatro dove a 4 anni avevo avuto l’illuminazione. Con mia madre sono andato a vedere lo spettacolo di un famoso comico, al termine dello show sono come impazzito e gridavo che volevo salire anche io sul palco e fare uno spettacolo. Quel signore era Roberto Benigni e calcare lo stesso palcoscenico è stato emozionante. Ma c’è anche un altro sogno da concretizzare…

Quale?

Scrivo format per la televisione. L’ultimo è frizzante ed estramente innovativo, originale. Ci sono delle trattative avanzate ma non posso dire di più. Ora però non ho molto tempo perché sarò impegnato su tre set tra cui il nuovo film di Sofia Coppola.

Come sono andati i casting per “Somewhere”?

Conosco molti politici, gente dello spettacolo, ma nonostante tutto non ho mai chiesto un ‘aiutino’ a nessuno. Tutto quello che sono riuscito a fare me lo sono guadagnato da solo. Sono andato al casting e ho superato la prima fase, per la seconda c’era una prova di improvvisazione e in sala era presente anche Sofia che mi ha subito scelto per la parte che farò…

Puoi anticiparci qualcosa?

La storia del film è incentrata su un attore che spende una vita di eccessi presso in un famoso albergo. La visita della figlia undicenne però lo costringerà a riconsiderare la sua condotta. Stephen Dorff è il protagonista e io lo affiancherò in una scena in cui lo salverò da una situazione imbarazzante…

Poi dove andrai in vacanza?

In Turchia.

Da solo?

Sto vivendo una bella storia ma non chiedermi chi è lei. Diciamo che è ‘fresca di notorietà’. Anzi se un giorno vedete una fotografia in cui sono mano nella mano con la mia fidanzata vi chiederete ‘Ma che c’entra questo tipo con quella ragazza?!” (ride, ndr).

E’ una ex di “Amici”?

Per carità no!

Le categorie della guida