Questo sito contribuisce alla audience di

Gli Angeli

Oggi come nel passato, poi, si cerca di raffigurare gli angeli: c'è chi li rappresenta come piccoli bambini teneri e graziosi con delle alucce molto piccole. Ma sono veramente così gli angeli, come l'uomo se l'immagina?

Il musulmano non deve ricercare nella sua fantasia la conoscenza dell’invisibile, ma si deve affidare a ciò che l’Altissimo ci ha trasmesso attraverso il Suo Messaggero, Muhammad (SAAS), e attraverso il Sublime Corano evitando di fare congetture e di fantasticare su cose che così poco conosce.
Uno dei pilastri del credo musulmano è il credere negli angeli, infatti dice l’Altissimo: «Il Messaggero crede in quello che è stato fatto scendere su di lui da parte del suo Signore, come del resto i credenti: tutti credono in Allah, nei Suoi Angeli, nei Suoi Libri e nei Suoi Messaggeri» (II:285). Ma cosa significa precisamente credere negli angeli? Significa credere non solo nella loro esistenza, ma credere anche nella loro creazione, alle loro caratteristiche e credere nel lavoro che svolgono (di messaggeri e di sudditi).
Questa nostra ricerca cercherà di esaminare in breve la figura degli angeli, sfatando così alcune fantasie dell’uomo.

Il loro nome:

Il termine italiano “angelo” deriva dal greco “aggelw”, che significa “annunziare”, “portare un messaggio”, e non è altro che la traduzione dall’ebraico (lingua del Vecchio Testamento) di “malak” che è la stessa parola che usa il Sublime Corano.
In particolare la parala araba “malak” (plurale: “Malayka”) potrebbe derivare dal verbo “ALaKa” che significa “trasmettere un messaggio”, oppure potrebbe derivare dal verbo “LaAKa” che significa “inviare”.

Creazione degli angeli:

Gli angeli appartengono ad un mondo che non è quello degli uomini né quello dei jinn in quanto sono stati creati da luce. Il Profeta (SAAS) ha detto: «Gli Angeli sono stati creati dalla luce, i jinn sono stati creati da un fuoco puro e Adamo è stato creato da ciò che è stato definito [nel Corano] per voi [cioè d’argilla]» (Muslim 2996). La creazione degli angeli è avvenuta sicuramente prima di quella degli uomini. La cosa si evince quando l’Altissimo dice, parlando agli angeli -che evidentemente già esistevano- della creazione dell’uomo: «E quando il tuo Signore disse agli Angeli: “Porrò un vicario sulla terra [l’uomo]”» (II:30).

Ultimi interventi

Vedi tutti