Questo sito contribuisce alla audience di

Sant' Agostino

Sant'Agostino nasce in Africa a Tagaste, nella Numidia - attualmente Souk-Ahras in Algeria - il 13 novembre 354 da una famiglia di piccoli proprietari terrieri. Dalla madre riceve un'educazione cristiana, ma dopo aver letto l'Ortensio di Cicerone abbraccia la filosofia aderendo al manicheismo. Risale al 387 il viaggio a Milano, città in cui conosce sant'Ambrogio. L'incontro si rivela importante per il cammino di fede di Agostino: è da Ambrogio che riceve il battesimo. Successivamente ritorna in Africa con il desiderio di creare una comunità di monaci; dopo la morte della madre si reca a Ippona, dove viene ordinato sacerdote e vescovo. Le sue opere teologiche, mistiche, filosofiche e polemiche - quest'ultime riflettono l'intensa lotta che Agostino intraprende contro le eresie, a cui dedica parte della sua vita - sono tutt'ora studiate. Agostino per il suo pensiero, racchiuso in testi come «Confessioni» o «Città di Dio», ha meritato il titolo di Dottore della Chiesa. Mentre Ippona è assediata dai Vandali, nel 429 il santo si ammala gravemente. Muore il 28 agosto del 430 all'età di 76 anni.


Si racconta che sant’Agostino, uno dei grandi geni dell’umanita’, mentre un giorno passeggiava lungo la riva del mare immerso nelle sue profonde meditazioni, incontro’ un bambino tutto intento a versare con una conchiglia l’acqua del mare in una piccola buca scavata nella sabbia.

Sant’Agostino lo guardo’ a lungo con tenerezza, poi gli domando’ : “Bambino, cosa fai?”.

Il piccolo, senza interrempore il suo gioco, gli rispose:

“Voglio chiudere il mare in questa piccola buca!”

E sant’Agostino: “Ma come puoi pensare di racchiudere il mare, che e’ così grande, in una buca che e’ cosi’ piccola?” .

Il bambino alzo’ gli occhi, lo guardo’ fisso in volto e rispose:

“E tu come puoi pensare di comprendere Dio, che e’ infinito, con la tua mente, che e’ cosi’ limitata?!”.

Detto questo, sorrise e scomparve.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • gerardo

    10 Dec 2010 - 11:24 - #1
    0 punti
    Up Down

    Il racconto di Sant’Agostino e l’Angelo è molto interessante e utile per chi non crede nella Trinità:ma chi è l’autore o la fonte del “racconto” stesso? Insomma, chi attesta questo incontro?

Ultimi interventi

Vedi tutti