Questo sito contribuisce alla audience di

"La battaglia di una madre sola": Changeling, visto da Ferzetti

La guida vi propone la terza recensione critica del film Changeling (diretto da Clint Eastwood e interpretato da Angelina Jolie), in uscita il prossimo 14 novembre, da parte di Fabio Ferzetti, giornalista[...]

Changeling

La guida vi propone la terza recensione critica del film Changeling (diretto da Clint Eastwood e interpretato da Angelina Jolie), in uscita il prossimo 14 novembre, da parte di Fabio Ferzetti, giornalista cinematografico del Messaggero.

Dalle colonne del quotidiano della capitale, Ferzetti esalta la struttura drammatica (in tre atti) dell’opera di Eastwood, mettendo in risalto come Christine Collins, la disperata madre interpretata da Angelina Jolie, sia una donna sola che combatta una difficile battaglia per la giustizia.

“Una donna sola, un figlio che scompare, l’America dura e dimenticata della Grande Depressione. Sì, dimenticata: anche se l’abbiamo vista mille volte Clint Eastwood, che in quell’America è cresciuto, teme che oggi in realtà se ne sappia ben poco. Dunque la ricrea nel suo stile classico e contenuto, anche per smorzare i toni di una storia (vera) che in altre mani sarebbe stata insostenibile.

Tre atti, dunque. Nella prima parte di The Exchange Christine Collins, madre single ante litteram, funzionaria di una compagnia telefonica di Los Angeles quando il lavoro femminile era agli albori (una sorvegliata, efficacissima Angelina Jolie), vede sparire nel nulla il suo unico figlio di dieci anni. La polizia minimizza (”aspettiamo almeno 24 ore, vedrà che torna”); poi, mesi dopo, le riconsegna il figlio in pompa magna con tanto di conferenza stampa alla stazione”.

Il critico cinematografico del Messaggero tesse le lodi del maestro Eastwood, genio del dramma cinematografico. La recensione integrale di Changeling, apparsa sul quotidiano romano il 21 maggio 2008, è disponibile su Mymovies.