Questo sito contribuisce alla audience di

Dust and ashes ( Ballo in Fa Diesis minore)

Ecco la versione di Peter Sinfield di "Ballo in Fa Diesis Minore". Qui la presenza della morte è resa ancora più macabra e spaventosa e non è sicuro che sia del tutto sconfitta...

Polvere e ceneri 

Io sono polvere e ceneri 
la mia corona è di spina bianca e
penetrante 
non c’è nessuno che si nutrì di latte 
che
non chiamerò anche se fugge  
le sue catene
sembreranno piume 
quando in silenzio chiudo a
chiave  
il suo cancello di ferro sarà ragnatela quando verrà
il suo momento. 
Io sono polvere e ceneri 
il miei gioielli
son vermi striscianti 
non c’è nessuna donna da uomo amata 

che non si arrenda a un mio cenno  
la lama
splendente è ben levigata  
chinate le vostre teste
perché arriva il benvenuto 
i passi vi portano il mio
traghettatore vi aspetta. 

Oh signora tu ci onori  
visitando la
nostra umile dimora
posa pure la lama e il tuo calice 

e fatti qualche giro con noi  
ti imploriamo di
ballare alcuni passi 
un rondeau del ricordo 
dimentica per un
po’ la carne che avresti dovuto prendere… 
Io sono polvere
e ceneri 
il miei gioielli son vermi
striscianti  
non c’è nessuna donna da uomo amata 
che non
si arrenda a un mio cenno  
la lama splendente è ben
levigata  
chinate le vostre teste perché arriva il
benvenuto 
i passi vi portano il mio traghettatore vi
aspetta.  

[ href="http://guide.supereva.com/angelo_branduardi/interventi/2005/03/203799.shtml">Dust
and ashes]
Versione di Peter
Sinfield

Link correlati