Questo sito contribuisce alla audience di

Italia 1 ricomincia con le repliche quotidiane di anime

Shaman King e Yu Gi Oh, le novità più importanti della stagione confinate al sabato mattina per dare spazio a cartoni fatti e rifatti fino allo sfinimento

A cura della CF Team

Articolo di: AtaruCF

 

Bene, eccoci al primo appuntamento con il mio Final Blast. Oggi volevo parlarvi di Italia1 o meglio della politica che sta adottando ultimamente con gli anime da lei trasmessi. Come molti di voi avrete notato, la principale novità della stagione, ossia Shaman King, che veniva trasmessa il lunedì mercoledì e venerdì alle 13:40 su Italia1 è stato rimpiazzato da Lupin III. Molti hanno pensato che la serie sia stata semplicemente soppressa, come succede spesso alla mediaset, per poi magari essere ripresa in futuro, ma non è così. Infatti la serie è stata semplicemente spostata al sabato mattina, insieme all’ultima serie di Yu Gi Oh che prima veniva trasmessa nel pomeriggio, ossia nella fascia oraria dedicata ai più piccoli. Certo le domande sono molte: perché sostituire una serie nuova e di successo con una vecchissima e replicata fino all’inverosimile? perché non pubblicizzare affatto questo spostamento? se proprio doveva essere sostituita con delle repliche, non era meglio replicare qualche anime vecchio che non viene replicato da tantissimo invece di replicare sempre gli stessi?

La risposta a tutte queste domande è purtroppo una sola: Italia1 non crede affatto nelle serie animate, catalogandole solo come serie per bambini (e quali bambini comunque sia possono vedere i cartoni alle 11 di sabato mattina?), e preferisce puntare sempre sui soliti reality show (o come ormai molti li definiscono, reality flop). Basti pensare che ogni volta che Italia1 aveva urgenza di trasmettere qualcosa (come Campioni) ciò che veniva sacrificata era sempre la fascia oraria già ridotta degli anime per i giovani. Ho anche letto moltissime mail di protesta che sono arrivate nelle redazioni di mediaset e di settimanali come TV Sorrisi e Canzoni, ma ben poche sono state risposte.

La mia unica speranza ormai è quella che queste repliche siano solo di passaggio in attesa di mandare in onda nuove serie, di cui la più attesa è certamente Naruto che da tempo ormai è stata acquistata dalla Panini che si sta occupando del doppiaggio e dell’adattamento, e si sa per certo che sarà la mediaset che trasmetterà la serie. Perché se così non fosse, queste repliche ci accompagneranno per molto tempo, soprattutto Dragon Ball che come molti sanno solo la prima serie conta 153 episodi, e se a questa vogliamo aggiungerci la Z che sono 292 e la GT che sono 65, allora ne avremo per due anni.