Questo sito contribuisce alla audience di

Rozen Maiden

Dimenticate Chucky ora arrivano le Rozen Maiden

A cura della CF Team

Articolo di: Suby

 

Rozen Maiden è una serie in 12 episodi tratto dal manga dell’autore conosciuto col nome d’arte di  Peach-Pit.

Le Rozen Maiden sono un Set di sette bambole create appunto da un certo Rozen, ogni bambola ha vita propia ed è accompagnata da uno spirito che le conferisce vari poteri inoltre in ogni bambola è contenuta la “rosa mistica” una misteriosa gemma che le dà vita. Lo scopo di Rozen è quello di creare Alice un’essere umano perfetto e per questo le varie bambole dovranno affrontarsi nel “gioco di Alice” alla fine chi riuscirà a impossessarsi di tutte e 7 le rose mistiche potrà diventare Alice.

TRAMA: Jun Sakurada è un ragazzino giapponese che a causa di alcuni problemi coi compagni di scuola si è chiuso in casa rifiutandosai di uscire, le sua passione per l’occulto gli fa stringere un contratto via internet con il demone Holic vedendosi così recapitare a casa Shinku la quinta bambola della serie, il ragazzo che fino ad’ora aveva ordinato centinaia di oggetti per poi rimandarli indietro rimane sconvolto quando la bambola prende vita e ancora di più quando un pupazzo armato di coltello cerca di ucciderlo, per salvarsi è costretto a sottomettersi ai voleri della bambola diventandone il medium, difatti le rozen maiden per potersi muovere necessitano di un umano che le fornisca energia.

Ora Jun si trova praticamente sottomesso ai voleri di Shinku che malgrado l’aspetto ha un carattere molto rigido da perfetta dama inglese di fine 800, col passare degli episodi faranno la loro apparizione le altre bambole, la piccola Hina ichigo, le due gemelle giardiniere dei sogni Suisei Seki e Sousei Seki dotetate del particolare potere di entrare nei sogni delle persone e la perfida Suigin Tou l’unica veramente intenzionata a finire il gioco di Alice che tenterà in ogni modo di impossessarsi delle rose mistiche.

Gli episodi relativamente pochi si incentrano sulle personalità delle varie bambole ognuna ben definita e diversa che aiuteranno il protagonista a maturare e uscire dal suo guscio lasciando però in sospeso alcuni lati oscori sul passato di rozen e delle bambole.

L’animazione in se è ottima le bambole si rifanno allo stile Ghothic Lolita, fenomeno che sta spopolando in Giappone e che ha parecchi fan anche in Italia, si è poi da poco conclusa la seconda serie intitolata “Rozen Maiden Traumend” composta anch’essa da 12 episodi e che fa apparire le ultime 2 bambole mancanti oltre a chiarire qualcuno dei lati oscuri della prima serie, per chi adora lo stile ghotic lolita quest’anime non potrà non piacere ed è comunque un’anime molto originale e ben realizzato che merita di essere visto.

Argomenti

Link correlati