Questo sito contribuisce alla audience di

Berserk

Uno dei manga più famosi e violenti al mondo. Per chi ancora non lo conosce bene, ecco la nostra recensione

A cura della CF Team

Articolo di: Ryo

La storia di Berserk ci immerge in un mondo molto vicino al nostro Medio Evo europeo (di cui l’autore Miura è un grande appassionato), in piena guerra tra due regni che si confrontano da ormai 100 anni.

Questi tempi turbati vedono apparire un uomo, un guerriero mercenario che rifiuterà il suo destino e che troverà la forza di lottare, solo contro tutti, per vivere ad ogni costo, per proteggere la donna che ama e mostrare così come si combatte il proprio destino e che niente è scritto.

Berserk ci parla della guerra e dell’amore, dei sogni e delle disillusioni, delle paure e delle speranze degli uomini. Con dei personaggi carismatici ai quali si affeziona facilmente perché hanno tutto sommato i loro difetti, le loro angosce, ma sono semplicemente umani.

Il manga possiede una sceneggiatura imponente e molto varia tanto che si può accostare a diversi generi e che non perde mai di svelarci le profondità dell’anima umana. L’interesse della storia è sempre costante . Possiede una suspance tanto incisiva da lasciarsi prendere dal turbine delle vite dei personaggi senza rendersene conto. L’autore ha pienamente azzeccato questa difficile scommessa che si presta a fare di noi non degli semplici spettatori, ma dei protagonisti a tutti gli effetti: si entra nella storia e la si vive pienamente.

Berserk ci fa seguire la storia di un uomo chiamato Gatsu (Guts) il cui destino cambierà per sempre il mondo.

Il primo volume ce lo presenta orbo da un occhio e con un braccio sinistro in metallo. La sua reputazione di potente guerriero gli è valso il soprannome di Cavaliere Nero. Maneggia una spada più alta di lui denominata “Ammazzadraghi” tanto grande quanto il rancore che prova riguardo al suo ex-comandante Grifis. Oltre alla sua gigantesca spada ,la balestra ed i coltelli da lancio che utilizza, gli permettono di sterminare un esercito.

Il seguito della serie ci mostra il passato di Gatsu ed il terribile destino che lo condurrà a diventare il Cavaliere Nero. Essendo sempre cresciuto in mezzo a mercenari ha imparato molto rapidamente a vivere e contare solo sulla sua spada. La sua prodezza sui campi di battaglia attirerà l’attenzione del capo della Squadra dei Falchi: Grifis.

Pagina successiva

Argomenti