Questo sito contribuisce alla audience di

Profitti anime nel 2007

-7,4% complessivo, -16% in Giappone

Tratto da animeclick:

L’AJA, l’associazione che riusce i vari produttori di anime, segnala un calo di profitti nel 2007 che colpirebbe globalmente l’intero mercato.

Le vendite mondiali di anime sono scese da 258,7 miliardi (1,543 miliardi di Euro) nel 2006 a 239,6745 miliardi di Yen (1,43 miliardi di Euro), un calo del 7,4% che rappresenta il primo dato negativo dal 2002.
Secondo l’associazione il principale motivo di questo declino è la crisi delle produzioni televisive che hanno segnato un disavanzo nei profitti del 16%, da 55,5 miliardi di Yen a 47,5. In calo sarebbero tuttavia anche tutti gli altri settori: gli incassi cinematografici, il mercato dell’Home Video, gli introiti derivanti dalle vendita dei diritti esteri, gli incassi sui mercati stranieri e i guadagni derivanti dal merchandising. L’unica eccezione riguarda la produzione musicale legata agli anime, che si distingue per un leggero incremento.

Secondo l’AJA il principale motivo di questo declino è l’eccessivo affollamento di materiale prodotto, che sfocerebbe in una minore redditività per serie. Per questo motivo i produttori avrebbero ritoccato al ribasso il numero di titoli previsti per il 2009.
L’AJA, oltre a rappresentare 56 diverse compagnie del settore, è la promotrice del Tokyo International Anime Fair.