Questo sito contribuisce alla audience di

Il ramen istantaneo compie 50 anni

Curiosità su uno dei più famosi cibi giapponesi, sempre presente nei nostri cari manga

Tratto da News dal Giappone:

La Nisshin Food Products Co. (日清食品株式会社, Nisshin Shokuhin Kabushiki-gaisha) ha festeggiato ieri il 50° anniversario del debutto sul mercato dei Chicken Ramen, i primi spaghetti istantanei in brodo del mondo.

L’azienda ha dato il via ieri ad Osaka, la città natale del ramen istantaneo, a tre giorni di festeggiamenti durante i quali la Nisshin mostrerà al pubblico il processo di realizzazione dei Chicken Ramen che debuttarono sul mercato giapponese il 25 agosto del 1958.

Da quando il fondatore della Nisshin, Momofuku Ando (scomparso lo scorso anno a 96 anni) creò il ramen istantaneo 50 anni fa, il mercato ha visto un aumento crescente e costante dei ramen in scatola. Nel 1971 la compagnia introdusse i Cup Noodle, ramen istantanei in una tazza di plastica resistente all’acqua da riempire con acqua bollente e gustare direttamente dalla tazza. Nel 2005 i ramen raggiunsero lo spazio con un pacchetto di ramen appositamente studiato per l’astronauta giapponese Noguchi Soichi impegnato in una missione sullo space shuttle Discovery.

Negli anni ‘70, quando la crescita economica interna iniziò a rallentare, le aziende giapponesi cominciarono a rivolgersi al mercato estero specialmente a quello asiatico. A quel tempo anche le aziende straniere iniziarono a produrre ramen istantanei. Negli ultimi 50 anni l’industria dei ramen istantanei si è allargata e solo in Giappone operano venti aziende produttrici di ramen.
Cup Noodles Nissin”Non abbiamo idea di quante aziende di ramen istantaneo esistano nel mondo”, dice un funzionario della Nisshin. Ma i dati parlano parlano di 97,9 miliardi di confezioni vendute nel mondo lo scorso anno, il che equivale a dire che in media ogni persona sulla faccia della terra ha consumato ramen istantanei 15 volte in un anno. Ed entro il 2018 si stima che le vendite di ramen aumenteranno fino a 200 miliardi di unità vendute.

La Cina è la maggiore consumatrice di ramen istantanei, seguita da Indonesia, Giappone, e Stati Uniti. Il mercato sta crescendo in Russia, Sud America, e anche Europa.

Ultimamente i ramen hanno guadagnato lo status di cibo d’emergenza utile in aree colpiti da calamità, dal momento che si possono preparare velocemente e semplicemente e sono a lunga conservazione.