Questo sito contribuisce alla audience di

Quaderni di scuola

Cenni storici e qualche esempio
gpages30628

Già nel 1859 una legge prevedeva l’obbligo per i comuni
di istituire scuole elementari inferiori con l’obbligo per i bambini di frequentarle.

Ma non essendoci alcun controllo e nessuna sanzione non si ebbe un
gran “successo”

Nel 1877 la legge Coppino riordina l’insegnamento elementare, con 5
classi e con l’obbligo di frequenza  ai bambini da sei ai nove anni (
ci sono anche sanzioni per gli inadempienti)

Nel 1904 l’obbligo di frequentare la scuola  viene esteso sino
al compimento del dodicesimo anno,e, nel 1923,  sino al quattordicesimo
con l’importante riforma del ministro Gentile.( esami al coronamento di
un ciclo di studi, accanto alle scuole medie viene istituito l’avviamento,
e per le scuole superiori , vennero istituiti accanto al liceo classico
, quello scientifico e gli istituti tecnici)

Comunque la battaglia contro l’analfabetismo fu ancora lunga da combattere.

Accanto ai grossi quaderni con copertina nera ben presto fecero la
loro comparsa quaderni con la copertina stampata.

Il fascismo che in quanto a propaganda ci sapeva fare, si accorse ben
presto della possibilità di utilizzare i quaderni per lanciare i
suoi messaggi.

Sono moltissime le serie  di copertine stampate in quegli anni.

Qualche precedente c’era stato anche con la guerra italo-turca del
1911 conclusasi con la conquista della Libia.

Se l’argomento vi interessa visitate anche queste pagine:

Link
eBay vai
motore superEva vai
motore Google vai

 cliccare le immagini per ingrandirle

 

 

 

Ultimi interventi

Vedi tutti