Questo sito contribuisce alla audience di

Immagini e loro compressione

Il formato jpg ed il rapporto tra il "peso" e la qualità

gpages30711

Chi ha un collegamento adsl e quindi una velocità di download
una decina di volte superiore a quelle dei  “comuni mortali” non ha
grandi problemi a visitare la vostra pagina anche se il suo “peso” è
un po eccessivo. ( peso = somma dei MB di cui bisogna fare il download
e cioè che biosogna scaricare dal computer remoto su quello locale
( il nostro))
 Al contrario i “comuni mortali” soffriranno molto la pesantezza
della vostra pagina e, siccome non sono obbligati a soffrire, quasi sempre
se ne andranno …..
 Le cause della “pesantezza”di una pagina sono molte.

 Certamente tra le più importanti gli script java troppo
elaborati ( e spesso inutili) e il peso delle immagini inserite.

Per quanto riguarda gli script, certamente utili in alcuni casi, direi
di utilizzarli solo se realmente necessari.

 Tenete presente che non dobbiamo stupire il visitatore con effetti
speciali, che quasi certamente sono cose che ha già visto, che non
si stupirà molto della nostra abilità nel averli copiati
e che quasi mai li vedrà, essendosene andato prima….
 Parliamo delle immagini.
 Se scannerizzate una immagine e poi  la elaborate con un
buon programma di grafica il file prodotto avrà un “peso” abbastanza
sostenuto  ( normalmente alcuni MB), e , a secondo dei programmi, 
una determinata estensione.

Questi files sono abbastanza grossi perchè contengono molte 
informazioni, anche non visibili, che permettono la “manipolazione” della
immagine.

 Ad esempio una immagine cosi memorizzata, “tiene” bene alcuni
ingrandimenti senza “sgranare” dando ancora una buona definizione dei particolari.
 Purtroppo queste immagini sono “improponibili” su internet sia
per l’eccessivo peso sia perchè il loro “formato” non è gestito
dai browser.
 Bisogna quindi trasformarli in un formato compresso gestito dai
browser (ad esempio. jpg o .gif)
La compressione elimina ( senza possibilità di recupero) molte
notizie utili alla gestione della immagine.

 Per tornare all’esempio precedente, una immagine jpg tiene pochissimo
l’ingrandimento. ( quindi in locale tenete le immagini originali, ogni
tanto, per liberare la memoria di massa del computer, masterizzate un cd
)

 Il loro peso è però considerevolmente più
basso. Diciamo che, sebbene le due immagini siano praticamente identiche
e dificilmente distinguibili, una immagine con  compressione minima
ha un peso pari ad un decimo del file originale .
Certamente, come dicevo,  le notizie perse non permetteranno più
una loro “manipolazione” così duttile e ampia come con l’originale.

Ma non essendo questo lo scopo del normale utilizzatore in internet
praticamente questa perdità non ha importanza.
Il normale visitatore vuole una buona immagine ( delle dimensioni che
gli vengono date) e la “vuole subito”

Quindi meno sarà il suo peso, a pari qualità , più
sarà gradita.
Vi faccio un esempio non con una immagine scannerizzata ma con una istantanea
che ho fatto con una delle mie macchine fotografiche digitali

Ci sono tre dei miei cani ( Stella, la madre e Luna e Duna le figlie)

 

Ho spinto la compressione sino a quando la qualità non diventava
troppo scadente per essere accettata

Sarete d’accordo con me che pur partendo da 137KB 
sino ai 35KB perdiamo ben poco nella godibilità
della immagine.

Però praticamente in un tempo simile a quello necessario a vedere
solo  quella di 137KB il nostro visitatore avrebbe potuto vederne
almeno tre da 34KB !

Tutti i programmi di grafica gestiscono la compressione del formato
jpg.

Alcuni la visualizzano immediatamente dandovi la possibilità
di decidere quale sia la scelta migliore nel rapporto qualità/peso.
Sempre meglio anche utilizzare le icone delle immagini dando cosi 
al visitatore la scelta se vuole o meno “vedere” l’immagine “grande”.

Utile anche perchè in questo caso avremo una certa giustificazione
a favorire un po di più la qualità a discapito della leggerezza

 

 Alcune note:

 Non vi fate “imbrogliare” dal fatto che una vostra immagine “pesante”
si carica subito nel vostro computer.

 Essendo già memorizzata nella cache del vostro browser,
non viene eseguito il suo download dal computer remoto  ma dal vostro.
Quando chiediamo ad un computer remoto di fare il download  
di una pagina non ci viene spedito un “grosso pacco” contenente tutta la
pagina ma tanti pacchettini di peso standard, per quanti ne servono a contenerla
tutta.

Ognuno di questi pacchetti ha il vostro “indirizzo” e vi raggiungerà
ma le strade per farlo  ( e quindi i tempi) potranno essere completamente
diverse.  La vostra velocità di collegamento con il provider
è certo importante, ma sino a quando il provider non riceve il pacchetto
da mandarvi….

Quindi più pacchetti sono… più tempo ci vorrà.
 Esiste anche un formato interallacciato sia gif che jpg. Praticamente
si vede dapprima una immagine in bassissima risoluzione , poi arrivano
i dati per una risoluzione maggiore , cosi via dicendo( il numero di questi
“invii” successivi lo si stabilisce quando si comprime l’immagine in uno
dei due formati jpg e gif). Se tutti i browser supportassero questo sistema
sarebbe una buona soluzione. Purtroppo non tutti lo fanno e  l’immagine
resta invisibile sino all’ultimo invio…

 

           
 

 

 

































137 KB
74  KB
48 KB
34 KB
21 KB
15 KB
11 KB

Ultimi interventi

Vedi tutti