Questo sito contribuisce alla audience di

Pacchetti di sigarette

Pare che le prime sigarette siano nate intorno al 1857  ad opera dei reduci della guerra di Crimea voluta da Cavour. La loro produzione invece incomincia su vasta scala intorno al 1890. Nel 1893[...]

Pare che le prime sigarette siano nate intorno al 1857  ad opera dei reduci
della guerra di Crimea voluta da Cavour.
La loro produzione invece incomincia su vasta scala intorno al 1890.
Nel 1893 viene costituita la Direzione Generale delle Privative  che
coordina la produzione dei tabacchi e la loro distribuzione alle
“privative”, le odierne  tabaccherie.

Nel 1929 viene poi istituito il Monopolio di Stato dei Sali e dei Tabacchi
che opera a tutt’oggi.
Gli antenati dei moderni pacchetti in carta, in Italia, sono le  
“Macedonia” e le “Nazionali”   in carta ruvida e
grossolana e senza illustrazione.

Ben presto, visto il favore del pubblico, le marche ed i tipi di sigarette si
moltiplicarono notevolmente ed anche il pacchetto fu confezionato con maggiore
cura, come già da tempo succedeva per quelli stampati in molte altre nazioni.

Comunque c’è da dire che, con le ovvie eccezioni, la grafica dei nostri
pacchetti di sigarette è sempre stata abbastanza mediocre, probabilmente nella
convinzione che comunque il pacchetto era qualcosa che andava buttato….

Per trovare qualcosa di particolare e di esteticamente valido bisogna andare
nei pacchetti prodotti per occasioni particolari  ( ad esempio, la fiera di
Milano ) o per clienti particolari  ( compagnie di navigazioni, grandi
ditte,..)

Altro gruppo interessante di pacchetti di sigarette sono quelli stampati per
campagne pubblicitarie. Quasi sempre sono pacchetti di 
“nazionali” dove però un lato del pacchetto viene riservato ad una
immagine pubblicitaria ad esempio per pubblicizzare un film

Anche alcuni ministeri approfitteranno di questo veicolo pubblicitario, ad esempio per
l’arruolamento nell’esercito di specialisti oppure per la divulgazione delle nuove
regole del codice della strada.

 Alcune immagini delle nostre “nazionali”















     
 
 

Ultimi interventi

Vedi tutti