Questo sito contribuisce alla audience di

L’arte nell’era digitale

Dalle pitture rupestri all’arte contemporanea le manifestazioni artistiche presentano dei precisi intenti comunicativi. Oltre che a mandare un messaggio all’esterno, a coloro che fruiscono[...]

giudizio universale

Dalle pitture rupestri all’arte contemporanea le manifestazioni artistiche presentano dei precisi intenti comunicativi. Oltre che a mandare un messaggio all’esterno, a coloro che fruiscono dell’opera d’arte, l’opera d’arte intavola anche una discussione fra l’artista e la sua interiorità.

Nell’era della tecnologia digitale per le opere d’arte si aprono nuove prospettive, soprattutto in relazione alla possibilità di riprodurre l’opera al di fuori del suo contesto di appartenenza, garantendo così una sua ampia diffusione.

In questo modo l’opera d’arte ottempera maggiormente al suo scopo, ossia quello di riuscire a creare un rapporto tra l’artista e il suo intento comunicativo e il pubblico, creando una relazione interpersonale, che si basa sull’interpretazione di un messaggio.

L’opera d’arte in sostanza contribuisce alla creazione di legami sociali, creando intorno ad essa dibattiti, discussioni, pareri ed interessi. L’intento artistico è un modo di far partecipe un gruppo sociale del proprio mondo interiore, che viene esplicitato ed oggettivato attraverso il concreto della realizzazione artistica.

Le categorie della guida