Questo sito contribuisce alla audience di

I Mafa del Camerun: la musica è universale

Per le emozioni che è in grado di trasmettere la musica non è vincolata al contesto culturale in cui nasce e si sviluppa, ma possiede la capacità di trsmettere delle sensazioni che sono universalmente[...]

musica

Per le emozioni che è in grado di trasmettere la musica non è vincolata al contesto culturale in cui nasce e si sviluppa, ma possiede la capacità di trsmettere delle sensazioni che sono universalmente valide. E’ ciò che è riuscito a dimostrare Thomas Fritz, ricercatore del Max-Planck Intitute for Human Cognitive and Brain Science di Lipsia, il quale ha portato i brani della musica occidentale presso il popolo dei Mafa, che vive nel nord del Camerun.

I Mafa possono rappresentare un contesto del tutto non influenzato dalla civiltà occidentale, visto che questo popolo non è mai venuto in contatto con l’Occidente. Tra l’altro Presso i Mafa la musica viene usata prevalentemente in occasione di cerimonie rituali e trasmette saoprattutto emozioni positive, come la gioia.

Nei villaggi gli individui suonano flauti di ferro, di argilla e di cera nel corso di feste rituali, che si celebrano soprattutto per favorire la buona riuscita del raccolto. D’altronde a testimoniare la stretta connessione tra musica e rito è opportuno ricordare che i Mafa non possiedono una parola specifica per indicare la musica, visto che questa è un elemento che si integra nelle cerimonie.

Thomas Fritz ha scoperto che ascoltando i brani occidentali i Mafa provavano le stesse emozioni che essi suscitano in noi: a seconda del ritmo provavano felicità, paura o tristezza. Le barriere culturali quindi non sono insuperabili, ma anche elementi come le emozioni possono trovare basi importanti proprio nell’interculturalità offerta dalla musica.

Le categorie della guida