Questo sito contribuisce alla audience di

La Giubiana dall'inverno alla primavera

La Giubiana è una festa molto diffusa soprattutto in alcune zone del Piemonte e della Lombardia, che si svolge l’ultimo giovedì di Gennaio. Secondo alcune ipotesi la festa è collegabile al culto[...]

fiori di ciliegio

La Giubiana è una festa molto diffusa soprattutto in alcune zone del Piemonte e della Lombardia, che si svolge l’ultimo giovedì di Gennaio. Secondo alcune ipotesi la festa è collegabile al culto della dea Giunone o di Giove. In quest’ultimo caso la tradizione rientrerebbe nel contesto delle feste contadine che all’inizio dell’anno avevano lo scopo di rendere propizie le forze della natura per ottenere un buon raccolto. Per questa ricorrenza si è soliti accendere dei falò nei quali viene bruciata la Giubiana, un fantoccio di paglia. Le sembianze del fantoccio ricorderebbero quelle di una vecchia strega, che simboleggia le forze che ostacolano la rinascita della natura.

Una volte distrutte dal fuoco, è possibile sperare nella ripresa del ciclo vitale della natura. Anche i cibi che si mangiano in questa occasione, come polenta e risotto, sono simboli di fertilità e fecondità. Si tratta in sostanza di un tentativo da parte degli uomini di intervenire in maniera diretta nel percorso naturale che dall’inverno porta alla primavera, per esorcizzare le loro paure che la fine di tutto sia sempre in agguato. Un modo per favorire il passaggio in un tempo di mutamento.


Le categorie della guida