Questo sito contribuisce alla audience di

L'invidia in termini evoluzionistici

L’invidia è un sentimento che tutti proviamo o abbiamo provato e che occupa un ruolo rilevante nell’ambito delle implicazioni sociali che essa comporta. Anche fisicamente l’invidia è[...]

invidia

L’invidia è un sentimento che tutti proviamo o abbiamo provato e che occupa un ruolo rilevante nell’ambito delle implicazioni sociali che essa comporta. Anche fisicamente l’invidia è connessa alla dimensione sociale, visto che ha origine in una regione cerebrale che è deputata all’elaborazione del dolore sociale che si sperimenta con l’esclusione. In effetti l’invidia implica un confronto con gli altri, dal quale ci si accorge di essere in qualche modo deficitari e di essere esclusi da un campo che è ritenuto soggettivamente importante. Caratterizzata in negativo, anche in termini di rapporti all’interno della comunità, ci si può chiedere come mai nel corso dell’evoluzione non sia stata eliminata.

In realtà questo sentimento svolge una funzione rilevante nel porsi come una sorta di campanello d’allarme nel segnalare che occupiamo una posizione sociale svantaggiosa. Il tutto per spingerci a migliorare, conquistando risorse maggiori e uno status più elevato. Anche il fatto che nessuno è disposto ad ammettere di essere invidioso può essere spiegato in termini evoluzionistici. Non confessando di provare invidia, si tiene nascosta la propria posizione di inferiorità, elemento che potrebbe rivelarsi dannoso, quando vengono elaborate le strategie di attacco contro gli eventuali rivali.

Le categorie della guida