Questo sito contribuisce alla audience di

San Valentino: le origini da Lupercus

L’origine di San Valentino, inteso come festa degli innamorati, va cercata in epoca romana e in particolare nel rito che ogni anno in questo contesto culturale veniva messo in atto in onore del dio[...]

cuori di san valentino

L’origine di San Valentino, inteso come festa degli innamorati, va cercata in epoca romana e in particolare nel rito che ogni anno in questo contesto culturale veniva messo in atto in onore del dio Lupercus. Si trattava di un rito che aveva come principale obiettivo quello di promuovere la fertilità. Il rito consisteva nel mescolare e nel mettere in un’apposita urna i nomi delle donne e degli uomini che adoravano la divinità pastorale, che proteggeva e favoriva la fecondità della natura. Poi ad un bambino era affidato il compito di scegliere a caso dei nomi, che andavano a formare delle coppie che per un anno intero avrebbero condiviso l’intimità, allo scopo di mettere in atto un’azione che avrebbe favorito la fertilità.

Con l’avvento del Cristianesimo si presentò la necessità di introdurre nuovi culti che andassero a sostituire quelli pagani. Tutto ciò fu realizzato però in modo da non provocare troppi traumi rispetto a quelle che erano state le credenze tradizionali. Per questo nuovi culti e nuove feste vennero fissati proprio in corrispondenza di ricorrenze pagane. Una sorta di vera e propria trasposizione culturale che univa l’innovazione e la tradizione, in modo che la nuova religione potesse essere accettata più facilmente.

In questo modo Lupercus, il dio della fertilità, fu sostituito da San Valentino, santo degli innamorati. Cambiano le forme, ma la sostanza rimale la stessa.

Le categorie della guida