Questo sito contribuisce alla audience di

I Tristia nel mondo romano

Nel mondo romano i Tristia costituivano la ricorrenza che intendeva commemorare la vicenda di Attis e la sua morte. In questa occasione i sacerdoti della dea portavano al tempio di Cibele un pino che[...]

roma antica

Nel mondo romano i Tristia costituivano la ricorrenza che intendeva commemorare la vicenda di Attis e la sua morte. In questa occasione i sacerdoti della dea portavano al tempio di Cibele un pino che avevano precedentemente tagliato. Qui l’albero veniva fasciato con delle bende di lana e veniva ornato con delle violette. Due giorni dopo si assisteva ad un rito davvero molto particolare. I sacerdoti infatti utilizzavano dei coltelli con i quali si laceravano le braccia e le spalle e delle fruste con le quali si percuotevano la schiena. Il tutto veniva seguito da una danza al suono di tamburi, flauti e cembali.

Il rito intendeva stabilire un legame specifico tra il terreno e il celeste, indicando che la natura degli uomini si esplica nel comportamento terreno. Un concentrato di significati religiosi imperniati sul contrasto tra dimensione celeste e terrena. Molto interessante è anche il fatto che questa cerimonia basata sul sangue e sulle ferite ricorda molto da vicino cerimonie che ancora oggi vengono messe in atto nel corso del venerdì santo soprattutto nell’Italia meridionale.

Le categorie della guida