Questo sito contribuisce alla audience di

Il matrimonio nel Medioevo

Molto particolari e interessanti sono le usanze matrimoniali che venivano messe in atto in epoca medievale. Poiché non si era soliti procedere alla redazione di documenti scritti relativi alla specifica[...]

velo da sposa

Molto particolari e interessanti sono le usanze matrimoniali che venivano messe in atto in epoca medievale. Poiché non si era soliti procedere alla redazione di documenti scritti relativi alla specifica occasione, gli invitati si scambiavano schiaffi e spintoni. Si trattava di un modo per mantenere intatta la memoria dell’evento.

Dopo aver celebrato il matrimonio, i due sposi venivano accompagnati dal sacerdote e dai parenti e si recavano al cimitero, per rivolgere le loro preghiere ai defunti. Lungo la strada che gli sposi percorrevano si trovavano amici e conoscenti, che solevano tirare del grano come simbolo di fecondità e di prosperità. Poi si svolgeva la festa vera e propria all’insegna di canti e di balli. Infine, al termine della giornata, veniva benedetto il letto nuziale.

Ciò che colpisce l’attenzione è il legame che gli sposi intendono creare con i morti nel giorno del loro matrimonio. Una sorta di correlazione tra la dimensione della vita che si appresta a perpetuarsi e quella di chi è uscito fuori dalla vita. Alle nostre abitudini e al nostro sistema culturale appare piuttosto strano questo legame, che indica una concezione ciclica dell’esistenza, nell’ambito della quale i diversi punti del ciclo umano si trovano su uno stesso cerchio e compongono un quadro unico.


Le categorie della guida