Questo sito contribuisce alla audience di

Le credenze popolari sulla grandine

I fenomeni naturali sono stati da sempre oggetto di attenzione da parte dell’uomo, specialmente nel periodo in cui egli non aveva le conoscenze scientifiche che lo mettessero nella posizione di dare una[...]

grandine

I fenomeni naturali sono stati da sempre oggetto di attenzione da parte dell’uomo, specialmente nel periodo in cui egli non aveva le conoscenze scientifiche che lo mettessero nella posizione di dare una spiegazione razionale a quei fenomeni che si verificavano intorno a lui. Per questo la tradizione popolare contadina attribuiva la grandine ad una creazione da parte del diavolo, visto che essa in genere portava alla distruzione delle piante e delle coltivazioni. In questo contesto culturale la grandine era messa in opposizione alla pioggia, che invece, essendo ritenuta benefica, veniva attribuita a Dio.

Essendo così temuta nel mondo agreste, la grandine era anche oggetto di particolari espedienti che la tradizione raccomandava di mettere in atto, per evitare che la grandine danneggiasse gli uomini. Fra queste pratiche possiamo ricordarne alcune, come, ad esempio, fare suonare le campane, battere sul fondo di una pentola esposto al cielo o l’utilizzo di un uovo, che andava messo nei campi. Anche i preti, a detta della tradizione, possono impedire la grandine, se lanciano le loro scarpe verso la nube portatrice della grandine.

Le categorie della guida