Scongiuro siciliano per liberare dai vermi

La tradizione popolare siciliana prescrive delle strategie per liberare dai vermi. In particolare le prescrizioni sono rivolte nei confronti dei bambini prima del battesimo. Alla mano del piccolo va[...]

casa in campagna

La tradizione popolare siciliana prescrive delle strategie per liberare dai vermi. In particolare le prescrizioni sono rivolte nei confronti dei bambini prima del battesimo. Alla mano del piccolo va legato un bruco e lo si lascia stare finchè il bambino non venga portato al fonte battesimale. Intanto la madre deve ripetere uno scongiuro che dice:

‘Sennu paganu, tinni vermu a manu,
Ora lu ‘mmazzu, cà sugnu cristianu.

Vale a dire:

Essendo pagano (non battezzato), io tenni il verme in mano,
Ora che sono cristiano, lo uccido.

Il bambino che viene fatto oggetto di questo rituale sarà liberato dai vermi e avrà anche il potere di liberare anche altre persona. Per fare questo, dovrà fare per tre volte sul ventre il segno della croce e dovrà ripetere le seguenti parole:

Lu Luni a ssantu cchiù,
Lu Marti a ssantu cchiù,
Lu Mercuri a ssantu cchiù,
Lu Jovi a ssantu cchiù,
Lu Venniri a ssantu cchiù,
Lu Sabatu a ssantu cchiù,
Lu jornu di Pasca
Lu vermu ti casca.


Save n'Keep

Bookmark condivisi e privati.

Con Save n' Keep ora è possibile!

Le categorie della guida