Questo sito contribuisce alla audience di

L'e-book ed i suoi ingredienti - 2

Storia e tecnologia, soldi ed economia, controversie e diatribe, vantaggi e svantaggi Questo intervento è stato ideato da Nene

Torna alla prima parte

Vantaggi dell’e-book

Maneggiabilità: non è fantastico poter raccogliere un’intera biblioteca in un unico volume? Meno fatica nel trasportare dei libri e meno spazio occupato nella libreria sono vantaggi enormi.
Rapidità nella consegna e negli aggiornamenti dei testi: perché tutto avviene via Internet.

I titoli non si esauriranno mai.

Attraverso le funzioni di ricerca, trovare un argomento o una parola è più semplice e più veloce che con un normale libro.
Possedendo un’interattività simile a quella di una pagina web, è possibile includere suoni, video e animazioni.

Costi ridotti per tutti: dal momento che non vi sono costi di stampa, di magazzino o di trasporto, gli editori possono ridurre i propri margini e questo si traduce in un risparmio anche per i consumatori.
Possibilità di acquisto “mirato”: è prevista l’eventualità di poter comprare un capitolo di un’opera, un gruppo di capitoli di opere diverse o persino porzioni di informazioni.

Svantaggi dell’e-book

Attualmente le apposite periferiche per la lettura degli e-book hanno costi piuttosto elevati.
La possibilità di copiare, stampare e distribuire i testi degli e-book è fortemente limitata.

Tendono a scomparire le figure degli “intermediari”, cioè editori, distributori e librerie; nuovi disoccupati?

Non è possibile provare quella sottile soddisfazione nello sfogliare delle “vere” pagine: il profumo della carta, il fruscìo dei sottili fogli, l’appagamento tattile nel girare pagina con vigore o con delicatezza…

Chi ha veramente successo, attualmente?

Chi davvero, per ora, riesce ad attirare il pubblico, sono tutti quei siti che ospitano comunità di lettori e scrittori, dove ognuno può pubblicare i propri lavori (nella gran parte dei casi gratuitamente) e leggere quelli altrui, rispettando pienamente l’idea di una rete intesa come strumento per la libera circolazione di pensieri, testi ed immagini.

Il futuro

Che ne pensate di un libro di materiale cartaceo con minuscole microcapsule caricate elettricamente, di colore ora bianco ora nero, che visualizzano istantaneamente nuovo testo se stimolate da un segnale elettrico? Sembra fantascienza? Invece no: ricercatori dello Xerox PARC hanno annunciato una simile tecnologia, chiamata Gyricon
e descritta come “carta digitale”.
Notizia di un altro progresso giunge da E Ink, creatrice di Immedia
, un sottile display controllato in remoto che farà presto la propria apparizione.

Per quanto poi riguarda il contenuto, tutto è possibile quando il testo diviene elettronico…

Il mio - umile - parere

La diffusione degli e-book e di altre eventuali “diavolerie tecnologiche” non significherà la scomparsa dei libri di carta: pixel e cellulosa continueranno a convivere
nel mondo del publishing (spero!) ancora molto a lungo, e ciascun formato risponderà alle esigenze di utenti differenziati. A ciascuno il suo! ;-)

Torna alla prima parte